BALOTELLI, TONALI E TORREGROSSA: I TRE NODI DI LOPEZ

487

Diego Lopez deve sciogliere alcuni nodi prima della ripartenza del campionato. Il tecnico uruguayano ha 12 partite per dimostrare a Massimo Cellino di valere la riconferma seppur il contratto lo lega al club biancoazzurro ancora per due stagioni. Per farlo l’allenatore avrà comunque bisogno dei migliori giocatori della rosa: gli stessi che in questo momento, per un motivo o per l’altro hanno problemi e non si allenano con la squadra.

BALOTELLI. Partendo dal problema più grande per Diego Lopez l’assenza dell’attaccante potrebbe essere assai pesante. Vero è che Super Mario ha dimostrato poco ma è innegabile che dell’attacco è il giocatore che ha segnato di più ed il più pericoloso. Da non sottovalutare anche il rapporto tra i due con tanto di fascia di capitano al braccio nel periodo prima dello stop del calcio per la pandemia da coronavirus. E Balotelli è ancora il bomber della squadra.

TONALI. Giocatore imprescindibile per questo Brescia. La sua assenza potrebbe costare molto in termini di qualità del gioco e di grinta in mezzo al campo. Una fastidiosa tallonite lo sta tenendo lontano dai campi di allenamento in questa fase. Per lui solo terapie e palestra, mai un allenamento con la squadra.

TORREGROSSA. Come per Tonali qualche problema fisico di troppo sta minando la sua preparazione al ritorno in campo. Il vice capitano del Brescia non è al meglio. Diego Lopez ed il suo staff lo stanno centellinando negli allenamenti per evitare il rischio di infortuni. All’inizio della ripartenza mancano ancora almeno 20 giorni. Con Balotelli al momento fuori causa determinante è il recupero di Torregrossa.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy