BIANCHI RISPONDE A LARRIVEY: IL BRESCIA PAREGGIA A COSENZA

88

NUMEROSE OCCASIONI SPRECATE NEL PRIMO TEMPO ED UN PUNTO CHE VALE UN BRODINO CALDO

Brodino caldo per il Brescia. La squadra di Clotet pareggia 1-1 contro il Cosenza grazie ad un gol di Bianchi nel finale. L’attaccante risponde a Larrivey dopo che la squadra di casa era passata in vantaggio a 20′ dal termine. Tante reciminazioni per le rondinelle ad aver sprecato numerose palle gol nel primo tempo.

La cronaca:

Inizio incoraggiante del Brescia. Nei primi 11′ la squadra di Clotet collezionava una serie di occasioni da gol create grazie alla verve e le intuizioni di Ndoj. Nel primo caso assist dell’albanese per Bianchi il cui tocco con la punta finiva fuori di poco. Nella seconda grande chance faceva tutto Ndodj in proprio: finta e tiro sul secondo palo a trovare la deviazione dell’estremo di casa Marson. La riposta del Cosenza non si faceva attendere: liberato in area di rigore Brignola veniva murato da Karacic. Intervento provvidenziale. Al 25′ altra chance per il Brescia: tiro di Bianchi e grande parata di Marson. La grande chance arrivava al 33′: Bertagnoli si autolanciava, sulal traiettoria si inseriva Bianchi che davanti al portiere spediva alto sopra la traversa. Poco prima Mason metteva i guantoni su conclusione da lontanissimo di Viviani su punizione. Nonostante la supremazia territoriale e di occasioni il Brescia andava al riposo sullo 0-0.

Nella ripresa dentro Galazzi e fuori Ndoj. Spavento per il Brescia al 50′ quando Brignola segnava dopo un errore di posizione della coppia Papetti e Mangraviti. Per fortuna delle rondinelle l’attaccante era in fuorigioco al momento del lancio. Clotet osava: dentro Benali per Bertagnoli. Clamorosamente il Cosenza passava in vantaggio: al 71′ un tiro-cross di Rispoli veniva deviato sul palo da Andrenacci, sulla ribattura il più lesto di tutti era Larrivey (fino a quel momento inoperoso) a mettere palla in rete bruciando Mangraviti. Ma nel finale il Brescia risorgeva. Azione di Pace, appena entrato, grande sinistro ribattuto dall’ottimo Marson ma sulla ribattuta era pronto Bianchi a calciare di forza mettendo in rete. Un minuto prima Marson aveva negato la gioia del gol a Ayè con un autentica prodezza. Dopo 10′ recupero il fischio finale per un punto che ha il retrogusto del rammarico.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy