BRESCIA: INZAGHI PENSA AL TURNOVER CONTRO IL FROSINONE

459

L’allenatore piacentino ha già dato prova di credere fortemente nel gruppo adottando un importante turnover. Sei erano i volti nuovi nell’undici di partenza rispetto alla gara contro l’Alessandria. L’intenzione del tecnico è quella di effettuare nuovi accorgimenti per la sfida ai ciociari di Fabio Grosso.

Nelle rotazioni di Inzaghi difficilmente figureranno Adorni e Behrami. Il difensore e il centrocampista, due dei volti nuovi del mercato di gennaio, non si sono allenati con i compagni ma hanno svolto solamente esercitazioni in palestra. Dopo i 4′ di Cosenza Adorni è scomparso dai radar per un problema di natura muscolare. Nello spazio aereo biancazzurro non è mai comparso Behrami, fermo da una decina di giorni dopo un risentimento muscolare subito nella partitella in famiglia disputata, nel giorno del caotico dietrofront di Diego Lopez.

Nella lista degli indisponibili, ad oggi, figura anche l’attaccante Ayè. Il francese, risparmiato per tutti i 90′ dello Scida, potrebbe saltare l’impegno casalingo. Al suo posto Inzaghi ritroverà Bianchi. L’attaccante ha smaltito i postumi dell’attacco influenzale che lo ha estromesso dall’elenco dei convocati per la partita di mercoledì candidandosi a possibile ousider per l’attacco biancazzurro. Con Moreo acciaccato dopo il taglio al sopracciglio l’ex del Genoa potrebbe essere la carta a sorpresa di Inzaghi in un modulo che potrebbe prevedere un solo attaccante e due mezze punte.

Schema tattico ad aver esaltato le doti di Tramoni, perno attualmente imprescindibile nel Brescia e confermatissimo nell’undici di partenza. Insieme al calciatore corso potrebbe ritrovare una maglia da titolare Jagiello. In mediana Van de Looi scaplita per riprenderai un posto in cabina di regia. Leris e Bisoli, al momento, sono designati per ricoprire il ruolo di mezz’ale.

In difesa Inzaghi è pronto a rilanciare dal primo minuto Sabelli e Pajac sugli esterni mentre Mangraviti è in vantaggio su Papetti come partner di Cistana. Questo pomeriggio allenamento di rifinitura a porte chiuse al Rigamonti utile a sciogliere gli ultimi dubbi e a prendere confidenza con un terreno da tornare a conquistare.

Fonte Bresciaoggi

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy