GERMANI, EMOZIONI PER LA COPPIA SCARIOLO-DIANA

1

Al termine di una partita vinta con un risultato netto, coach Sergio Scariolo parla della capacità dei suoi giocatori di contenere le percentuali offensive avversarie. Visibilmente emozionato, poi, ha ringrazia anche i tifosi della sua città:

Grazie ai tifosi di Brescia per l’accoglienza veramente emozionante. Auguro senz’altro alla Germani di fare bene perché hanno le armi per riuscirci”.

Il campione del mondo in carica non trascura la sua fede calcistica e coglie il momento per augurare al Brescia calcio di Filippo Inzaghi di riuscire a “venire su”.

Si esprime anche sui sentimenti scaturiti dal suo secondo ingresso da avversario (l’ultimo fu nel 1992 in Serie A2) nel palazzetto della sua città natia. Prima volta, tra l’altro, in cui mamma Angelina ha assistito sugli spalti.

Devo avere un po’ di tempo per metabolizzarli. Ho visto tante persone che sono venute a salutarmi: alcune erano compagni di squadra, altre avversari, altre ancora le incontro per strada quando vengo a caccia. È quel vissuto che mi fa sentire effettivamente a casa perché questa è la mia città e sono molto orgoglioso delle mie radici, di dove sono nato, cresciuto e formato. Credo anche che nel mio modo di essere ci sia molto di questa mentalità così perseverante e poco arrendevole. È stato senz’altro emozionante, un momento che però finisce quando inizia della partita. Ora che è finita invece si può assaporare”.

Dopo 8 stagioni trascorse a Brescia, di cui tre affiancato proprio dall’attuale coach della Leonessa, Andrea Diana ha fatto il suo primo ingresso da avversario al PalaLeonessaA2A. Un parquet che l’allenatore livornese ha calcato per l’ultima volta nel maggio del 2019 e sul quale oggi la Virtus, allenata da Scariolo fiancheggiato proprio da Diana, ha sferrato 103 colpi.

Ero emozionatissimo da tre o quattro giorni proprio per questo momento. Mi ha fatto molto piacere ritornare e vedere tante facce amiche. Ringrazio il club per la targa e i tifosi per l’accoglienza, l’applauso e il coro. È stata una bella emozione e sapevo che sarebbe stato difficile reggerla. Me l’aspettavo più o meno così ed è stato davvero tutto bello. Da parte nostra c’è anche grande soddisfazione per la vittoria perché era una partita importante. Sono doppiamente contento. A noi servivano tanto questi due punti perché siamo ancora in costruzione e cerchiamo di migliorare ogni settimana. La sconfitta con Valencia ci ha dato un po’ fastidio e ci tenevamo a riscattarci subito”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy