GP MONZA, CIGARINI: “CHE EMOZIONE LA VITTORIA DI ALONSO NEL 2010”

16

L’EX MECCANICO FERRARI: “IL BOATO DEL SORPASSO ALL’USCITA BOX FU DA PELLE D’OCA”

C’è chi, come Francesco Cigarini, ha vissuto gli anni più belli di Monza, quelli dei tronfi di Schumacher e Alonso. Dal box, sudando la divisa rossa che indossava, vivendo emozioni fortissime e pressioni schiaccianti.

“Monza è la passione italiana all’ennesima potenza ma anche pressione -il pensiero dell’ex meccanico della Scuderia Ferrari-. Sono dei giorni in cui la tua sensibilità è accentuata, le emozioni sono altissime”. Tanti i ricordi del “Ciga” legati all’asfalto brianzolo. Uno in particolare: la vittoria di Alonso del 2010. “Fernando era dietro a Button con la McLaren. L’inglese fece il pit stop. Domenicali si apri in radio con noi meccanici dicendo il cambio gomme poteva valere la vittoria. Mentre cercavamo di sapere come era andato sentimmo un boato da pelle d’oca. Capimmo che Alonso era davanti e andò a vincere”.

Ma anche un aneddoto non legato al mondo Ferrari: “Ricordo anche il podio di Felipe Massa in Williams. Era il 2014. I nostri trascorsi in Ferrari avevano creato un’amicizia fortissima, un legame vero e sincero. Così quando ci fu il podio andai sotto ad omaggiarlo. Insieme ai tifosi inneggiai e cantai il suo nome: Felipe, Felipe, Felipe….lui dall’alto mi vide e poco dopo, nel paddock, mi cercò e mi abbracciò. Fu una grande emozione”.

Sulla gara tecnica l’analisi di Francesco Cigarini: “Il setup aerodinamico di Monza è particolare e farà la differenza. Se indovini l’ala posteriore e se alla prima variante c’è un po’ di confusione hai la carte in regola per farcela”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy