PORSCHE CARRERA CUP: INIZIO DA SOGNO PER ALEX DE GIACOMI

26

IL PILOTA DEL TEAM TSUNAMI RT COGLIE DUE VITTORIE BACIATO DALLA FORTUNA

Come prima uscita stagionale “non c’è male”…Parafrasandro lo chef Bruno Barbieri l’inizio di stagione di Alex De Giacomi è da incorniciare. Il pilota bresciano, portacolori del team Tsunami Rt, esce dal primo weekend di gare della Porsche Carrera Cup Italia 2022 con due vittorie e 30 punti in tasca. Due successi figli della caperbietà del driver di Caino, ma trapiantato a Desenzano, e della dea bendata. Perchè in entrambe le manche di gara Alex De Giacomi ha dimostrato di saper andare davvero forte in condizioni di pista mutevoli. Alla sua prima gara sulla nuova 911 GT3 Alex aveva colto il quarto tempo di classe in qualifica salvo recuperare posizioni in gara. Nella prima manche su pista bagnata De Giacomi tagliava il traguardo in seconda posizione. Stessa cosa faceva su asfalto asciutto in gara-2. Il dolce era nella coda di entrambe le manche quando i commissari di gara prima penalizzavano il vincitore della prima gara Alberto De Amicis per un “jump start” dando la stessa sorte nella seconda manche a Luca Pastorelli. Due penalità a regalare ad Alex De Giacomi due vittorie accolte con il sorriso sulle labbra dal pilota e con grande energia da tutto il team Tsunami. Dal circuito del Santerno De Giacomi esce così in vetta alla classifica della Michelin Cup con 30 punti. Il prossimo appuntamento stagionale, il secondo in calendario, sarà il 4 e 5 giugno a Misano.

Non c’è che dire: è stato un buon inizio di stagione assecondato dalla fortuna. Uscire dalla prima gara con 30 punti in tasca è una bella iniezione di fiducia, ma siamo solo all’inizio. Mi sono trovato subito a mio agio con la nuova vettura: è veramente molto bella da guidare anche se va ancora conosciuta al meglio nelle sue qualità, specialmente in frenata. Senza l’utilizzo dell’ABS è tutto diverso. Quella di Imola sono state due gare molto impegnative specialmente per l’alto numero di partecipanti. Ho cercato di non commettere errori e rimanere agganciato alle posizioni di vertice della Michelin. E’ andata bene ma non ci adagiamo sugli allori: lavoriamo per continuare a migliorare e a progredire in preparazione al round di Misano”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy