STOP ALLA SERIE B, IL BRESCIA VOLEVA GIOCARE

120

Il Brescia aveva votato contro lo stop del campionato. Ad ammetterlo è stato il direttore generale del Brescia Calcio, Luigi Micheli. Intervistato da TuttoMercatoWeb.com il dirigente biancazzurro ha precisato: “La posizione del presidente Cellino e del Brescia calcio voleva la normale disputa delle giornate di campionato programmate fra il 26 e il 29 di questo mese. Al massimo avevamo proposto di spostarle al 5 e all’8 gennaio”.

Micheli ha proseguito: “Questo perché in questo modo creiamo un precedente pesante: se il 15 alla ripresa ci fosse nuovamente una situazione simile a quella attuale cosa facciamo, fermiamo di nuovo il campionato? In Inghilterra, infatti, non hanno sospeso niente, ma hanno semplicemente rinviato le gare delle squadre che in questo momento stanno affrontando i problemi legati al contagio. In più, aggiungo, che a nostro modo di vedere non è stato neanche giusto votare, non era prevista all’ordine del giorno dell’assemblea”

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy