AN BRESCIA A PUNTEGGIO PIENO IN COPPA ITALIA: SI VOLA ALLA SECONDA FASE

50

L’AN Brescia chiude il girone B con la quarta vittoria in altrettante partite. La squadra di Sandro Bovo non sbaglia l’approccio e fin dall’inizio impone i ritmi agli avversari. Battuta Trieste 19-7. Ora la seconda fase

Nel primo quarto i padroni di casa passano in vantaggio con Maro Jokovic dopo appena 30 secondi e un minuto più tardi Nikolaidis si realizza il secondo gol dei suoi. Trieste prova ad affacciarsi in attacco e trova la rete del 2-1 con Mezzarobba, ma dopo nemmeno due minuti Canella ristabilisce due lunghezze di distanza dagli avversari. Anche Lazic sul finire di quarto firma il match con il 4-1.

Nel secondo parziale le calottine biancoblù partono ancora forte con le reti di Renzuto e Di Somma nei primi secondi mentre Trieste trova la via del gol con Petronio. Di Somma a 5.43 dal termine del quarto segna il gol del 7-2 al quale risponde subito Bini per il 7-3. Due reti, rispettivamente di Dolce e Vlachopoulos chiudono il parziale sul risultato di 9-3.

Terzo quarto più equilibrato con gli ospiti che cercano di spingere trovando i gol di Petronio e Buljubasic, ma l’AN non si scompone e risponde subito con Vlachopoulos e Lazic. Nel finire di quarto il gol di Presciutti fissa il risultato sul 12-6.

Una bordata di Maro Jokovic apre l’ultimo quarto di gara con l’AN saldamente in vantaggio. Bovo dà riposo a Del Lungo facendo entrare il giovane Matteo Gianzazza. Trieste prova a reagire con il rigore trasformato da Mezzarobba, ma dopo nemmeno 15 secondi Vlachopoulos scaraventa il pallone alle spalle del giovane Persegatti. A 5 minuti dal termine della gara Presciutti infila la 15esima rete della sua squadra. Di Somma non manca l’occasione con la tripletta e Dolce da 6 metri centra il 17-7. Dopo qualche minuto di digiuno Dimitri Nikolaidis trova il secondo gol della sua partita.

Questo il commento di Sandro Bovo al termine del match: “Oggi eravamo stanchi, soprattutto dal vista mentale e nell’organizzazione difensiva abbiamo fatto assolutamente peggio. Però ci sono state anche belle giocate, i ragazzi si sono divertiti e la partita ne ha giovato. Adesso abbiamo 3 settimane di stop e speriamo che tornino dai rispettivi impegni meglio di come sono partiti”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy