ATLANTIDE IN VIAGGIO: PRIMA FERMATA A SIENA

306

L’avvio del girone di ritorno per Brescia è decisamente impegnativo, con tre trasferte che porteranno i ragazzi di coach Roberto Zambonardi in campo domenica al PalaEstra contro la capolista Sienamentre, mercoledì 15 contro Ortona nella gara secca del Quarto di finale di Coppa Italia (fischio d’inizio alle ore 20.30) ed infine sabato 18 l’anticipo della terza di ritorno a Mondovì alle 20.30.

“Siena è una bella squadra che è cresciuta parecchio rispetto al match di andata, ma noi la affrontiamo sereni – ha assicurato l’opposto Fabio Bisi -. Il campionato è ancora lungo: al termine dell’andata abbiamo centrato la qualifica alla Coppa Italia e stiamo giocando bene contro squadre di grande qualità. Poi si vince e si perde, ma, visto il livello di quest’anno, direi che siamo a buon punto per il prossimo obiettivo, che è la salvezza con aggancio ai Play Off”.

Al momento Brescia si  trova a metà classifica con un distacco di otto punti dalla nona posizione e di  sole quattro lunghezze dalla seconda piazza di Calci.

“E’ un divario, quello dalle prime posizioni, che si può ancora ricucire – ha confermato coach Roberto Zambonardi -. Siamo consapevoli del nostro valore e questo ci permette di scendere in campo con tranquillità contro qualsiasi squadra di questo campionato che, come dimostra la classifica, è alla nostra portata. E’ innegabile che Siena stia facendo una bella cavalcata, ma, più che gli avversari, di cui consociamo bene le qualità, temo gli acciacchi dei miei e spero ci diano tregua: un pizzico di fortuna in più non guasterebbe, in questo momento”.

I Tucani cercheranno punti anche contro la Emma Villas Siena, al momento la più forte compagine del campionato, sola in vetta a 29 punti, con 10 vittorie e 2 sole sconfitte, una delle quali rimediata proprio a Brescia ad inizio stagione, mentre l’altra è arrivata al tie break per mano di Ortona.

Dopo la prova di forza che domenica scorsa li ha visti prevalere su Calci con un netto 3-0, gli uomini di Graziosi possono dirsi al top della condizione: Falaschi e il forte opposto Romanò formano la diagonale principale; l’ex Sebastiano Milan e Mariano sono i terminali d’attacco laterali, mentre al centro ci sono Zamagni e Gitto; Marra è il libero.

Tra i record di giornata ci sono quello di Cisolla, a 20 punti dai 7500 in carriera, e quello di Galliani, a 3 dai 900.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy