BRESCIA, CHE SBALLO: 4-2 AL PALERMO DI CORINI

167

UN SUPER BORRELLI (DOPPIETTA) ANNICHILISCE LA RESISTENZA DEI ROSANERO: 38 PUNTI IN CLASSIFICA E SALVEZZA AD UN PASSO

Il Brescia torna al successo e lo fa in maniera prepotente- 4-2 al Palermo dell’ex Corini in una gara dalle mille emozioni. Succedeva tutto nel primo tempo con 6 gol in 49′. Super Borrelli con una doppietta ma bene tutta la squadra che porta ora a 38 il bottino di punti ad un passo dall’obiettivo salvezza.

Nemmeno il tempo di sedersi sugli spalti che il Brescia era in vantaggio. Azione aperta da Bianchi, rifinita da Dickmann e chiusa con un colpo di tacco da applausi di Borrelli. Sul cronometro erano trascorsi solo 39”. Un gol spettacolare al quale però replicava immediatamente il Palermo. Besaggio atterrava in area Di Mariano. Il fallo era sulla linea dell’area per cui veniva decretata la massima punizione. Dal dischetto Brunori non sbagliava. Al 13′ la squadra di Corini passava in vantaggio. Azione d’attacco chiusa da Di Francesco con un tiro senza troppe pretese deviato da Dickmann. Ma nel tentativo di parata e di spinta Avella scivolava sul terreno reso viscido dalla pioggia. Il portiere non ci arrivava e la palla finiva in rete. Al 25′ Palermo in 10 uomini per l’espulsione di Marconi. Il Var non assegnava il rigore ma punizione dal limite per fallo su Bianchi. Alla mezz’ora giungeva il pareggio del Brescia: Paghera dai 20 metri fulminava Pigliacelli con un missile che si insaccava alle spalle dell’estremo ospite facendo esplodere la Curva Nord. L’altalena di emozioni di un primo tempo più unico che raro era il gol di Borrelli, doppietta personale, al 41’pt: colpo di testa perfetto su assist di Jallow e palla in fondo al sacco per il nuovo sorpasso delle rondinelle. E al 45′ Bisoli calava il poker con un tiro deviato in porta da Nedelceaur prima e Di Francesco Poi. Si andava al riposo sul 4-2.

La ripresa si apriva con un palo colto dall’ottimo Bianchi: tiro a giro e palla che coglieva il montante. C’era solo il Brescia in campo. Altro colpo di testa di Borrelli centrale facile preda di Pigliacelli. Al 18′ Maran dava spazio a Olzer e Moncini per Galazzi e Borrelli, tra i migliori. Altri due cambi a 15′ dalla fine con Bjarnason e Bertagnoli in campo per Bianchi e Paghera.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy