BRESCIA, CORINI: “CON IL SASSUOLO CERCO CONFERME”

435

Eugenio Corini è pronto ad affrontare un altro impegnativo passo verso la salvezza: la gara con il Sassuolo. Il tecnico del Brescia cerca conferme al buon momento fisico e di mentalità raggiunto nelle ultime gare ma non sottovaluta l’avversario e la voglia di dimostrare di De Zerbi.

“Dal mio punto di vista il grado di maturità fatto vedere dalla squadra nelle ultime due gare è stato importante. La partita successiva è comunque sempre una verifica. Con il Sassuolo devono esserci conferme”.

6 punti nelle ultime due gare con due dirette concorrenti alla corsa salvezza: quel’è il termometro dello spogliatoio?

“Arriviamo con la mentalità giusta, determinati per ottenere un risultato positivo. Dobbiamo cavalcare il momento e fare punti in queste giornate finale dell’anno. Poi prepareremo il girone di ritorno”.

Al Rigamonti arriva un Sassuolo che ha fermato Milan e Juve. Una squadra che ha dimostrato forza e compattezza….

“A prescindere dal risultato che emergerà dalla sfida dal mio punto di vista determinate sarà la capacità di reggere il confronto: un elemento di straordinaria importanza che potrà fare la differenza. I 3 punti per noi sono fondamentali per l’obiettivo che abbiamo in testa e vogliamo giocarcela fino alla fine”.

E’ un Brescia lanciato quello che arriva al confronto con il Sassuolo, troppa euforia da traguardo raggiungibile?

“Dobbiamo saper star dentro al campionato. È ancora molto lunga: ben vengano i sei punti fatti nelle scorse partite ma la strada è ancora lontana dal raggiungimento dell’obiettivo. Guai a pensare che è facile… È necessario saper reggere le critiche, restare dentro il campionato e fare prestazioni di livello”.

Come si aspetta il Sassuolo del bresciano De Zerbi?

“Il Sassuolo è una squadra qualitativa. Sarà fondamentale reggere l’1 contro 1 e dovremo essere bravi ad essere equilibrati e giocare palla a terra: dovremo fare una partita di intensità e di grande livello. L’idea è quella di essere aggressivi senza lasciare campo. Abbiamo un’idea strategica di come scendere in campo”.

Ndoj convocato ma non sta benissimo. Spazio a Spalek dal primo minuto?

“Sono felice di come sia entrato Spalek contro il Lecce. È la dimostrazione che l’occasione arriva per tutti. Bisogna saperla sfruttare come ha fatto lui…”

Intervista di Michele Iacobello

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy