BRESCIA, DIONGI SI GIOCA IL FUTURO SFIDANDO IL PASSATO

132

Sembra un segno del destino per Davide Dionigi. Arrivare alla sfida contro la sua ex squadra giocandosi il futuro nella sua attuale posizione di allenatore del Brescia. Il tecnico emiliano è chiamato a dare una sterzata ad un periodo di astinenza da vittorie che dura dall’inizio del nuovo anno. Nel 2021 il Brescia non ha ancora vinto: tre pesanti ko contro Vicenza, Pisa e Monza hanno fatto precipitare la squadra nelle zone pericolose della classifica.

Nonostante il fresco rinnovo di contratto Davide Dionigi sa di giocarsi moltissimo per proprio futuro sulla panchina biancazzurra nella gara dell’ex. Ad Ascoli, lo scorso anno, fece la magia di portare alla salvezza una squadra presa a dieci giornate dal termine della staginone e già data per spacciata.

Ora il Brescia si affida alla sua voglia di rivalsa, alla sua fame dimotrara all’inizio del suo percorso biancazzurro. Dionigi deve dare una sferzata alla stagione prima che la mannaia di Cellino investa pesantemente (e forse immeritatamente) anche lui.

Per sbancare il Del Duca il tecnico si affiderà al 3-4-1-2 con Donnarumma e uno tra Ayè e Ragusa in attacco. Alle loso spalle Jagiello. In difesa tornerà Mateju per Chancellor mentre non ci sarà Spalek squalificato. Per il resto giocheranno gli stessi interpreti scesi in campo contro il Monza.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy