BRESCIA: I MERITI DI CLOTET E PERINETTI

251

TECNICO E DIRETTORE SPORTIVO HANNO GESTITO AL MEGLIO 15 GIORNI DI FORTI PRESSIONI

Una vittoria per nulla scontata contro la Spal rilancia le ambizioni di un Brescia ora terzo in classifica e con un animo sicuramente rinfrancato e finalmente sereno dopo due mesi di apnea. Il cuore è pieno di gioia, il petto è finalmente gonfio a dimostrazione che la squadra è viva ed è stata capace di tenersi fuori dai guai societari di questo ultimo periodo. I meriti? Sono da dividere tra Pep Clotet e Giorgio Perinetti. Sono il tecnico ed il direttore sportivo gli artefici del successo del Brescia contro gli spallini. La capacità di estraniare la squadra in questi lunghissimi 15 giorni è stata fondamentale per non cadere nel baratro. Tecnico e direttore hanno saputo toccare le corde giuste del gruppo capitanato da Bisoli, stimolarslo al fine di pensare solo al campo, spronarlo a cercare dentro di sè risorse ed energie che parevano sparite. Capacità non comuni, non da tutti. La bravura dell’allenatore è stata pensare solo al campo, alla voglia di riconquistare i tre punti dopo due mesi catalizzando l’attenzione dei giocatori. Impegno negli allenamenti e voglia di emergere le chiavi usate per scardinare i sentimenti della squadra. A Giorgio Perinetti va dato il merito d’aver saputo usare le giuste parole nel momento più delicato, quello delle dimissioni del presidente Cellino. Senza farsi sopraffare dai pensieri negativi, senza agitarsi ne agitare, l’esperto dirigente romano ha messo in gioco tutte le proprie abilità dialettiche ed esperienziali. Senza apparire ha agito da vero leader dimostrando una volta di più il valore dell’uomo e del professionista. Sorridendo, una considerazione viene spontanea: dalle dimissioni di Cellino sono emerse le personalità e le capacità dei singoli. Un caso? Probabilmente no. Clotet e Perinetti si saranno sentiti più liberi di manifestare le proprie capacità.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy