BRESCIA, INZAGHI: “LA CLASSIFICA CI IMPONE DI FAR LA PARTITA”

56

Alla vigilia del match contro la Spal Filippo Inzaghi analizza il momento del Brescia, in particolare sullo stato di forma degli attaccanti. Elogi per Clotet e per la Spal ma anche il desiderio di vedere una squadra dominare la scena.

“Ogni partita vale 3 punti e questo è un campionato ricco di insidie. Per Ferrara sono fiducioso. Siamo stati all’altezza di ogni gara, forse solo col Pisa non siamo stati veramente noi stessi. La Spal viene da due vittorie esterne, ci vorrà un grande Brescia per espugnare il Mazza”.

Guardando i numeri col Monza sembrava una partita equilibrata, ma siamo mancati di qualità nell’ultimo passaggio. Sullo 0-1 pensavamo di recuperarla e il raddoppio ci ha abbattuto un po’ e questo non deve succedere. Voglio vedere una grande reazione domani. 

Ayè? Ho avuto il dubbio se inserirlo domenica, è un giocatore che dobbiamo recuperare. L’amichevole con la Primavera è servita a dargli minutaggio. Ora sta molto meglio e abbiamo bisogno di lui, anche se magari non abbiamo un super bomber spero che possiamo trovare le risorse giuste”

Per vincere dovremo avere noi il pallone, fare la nostra partita, abbiamo una classifica che ce lo impone e non oscilleremmo tra primo e terzo posto senza qualità. Clotet? Gli vanno solo fatti i complimenti, ha rischiato di lottare per andare in A lo scorso anno lasciando un bellissimo ricorso. Quest’anno la Spal ha molti giovani ma anche un tridente MancosuMelchiorriColombo che può essere pericoloso. Dobbiamo dimostrare di meritare i 10 punti in più. 

Moreo sta bene, da martedì si è allenato. Giocare con una punta centrale o con due come la Spal cambia poco, spesso Pep ha cambiato anche in corso l’assetto davanti. I giocatori sanno bene che quando vedo qualcosa che non va mi arrabbio, ma sono il loro primo tifoso quando fanno bene. Abbiamo ampi margini di miglioramento. Io voglio vedere la crescita della squadra, cercare di prendere possesso delle partite”.

Rossi? Bello rivedere Giuseppe, l’avrei voluto a Benevento lo scorso anno. In più domani ritroverò Tacopina, mio presidente a Venezia”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy