BRESCIA, MERCATO: CELLINO PENSA AD UNA MINI-RIVOLUZIONE

218

IL PRESIDENTE PREOCCUPATO DALL’ANDAMENTO CERCA UNA DISPERATA SOLUZIONE PER INVERTIRE LA ROTTA

Come riportato dal Bresciaoggi in edicola a otto giorni alla chiusura della campagna trasferimenti invernale c’è fermento in casa Brescia. Massimo Cellino, esortato da dirigenti e consulenti di mercato, si sarebbe deciso a mettere mano all’attuale rosa operando una mini-rivoluzione. Trattasi di un disperato tentativo di invertire la rotta di una nave alla deriva. L’obiettivo, da qui al termine delle trattative fissato per le 20 del 31 gennaio, sarà trovare quattro o cinque giocatori in grado di portare una ventata di freschezza, capaci di ridare fiato ad un gruppo spento e privo di reazione. Cellino è pronto a spendere i 2 milioni di euro incassati dalla cessione di Stefano Moreo al Pisa.

In entrata si valutano gli attaccanti Giuseppe Sibilli del Pisa, Nicholas Bonfanti del Modena e la suggestione Thijs Dallinga del Tolosa. In mediana occhi puntati su Stefano Girelli della Cremonese ma in prestito al Lecco. E per la fascia destra di difesa il croato Matija KolaricIn uscita imminenti gli addii di Garofalo (Triestina o Novara) e Benali (Palermo o Ternana). In bilico Pace e Viviani (ma che potrebbe tornare solo alla Spal). Non partirà Cistana che non ha vere offerte sul tavolo (Cremonese ha fatto un passo indietro).

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy