BRESCIA, PASQUETTA FELICE: 2-1 A COSENZA

149

LE RONDINELLE RIMANGONO IN ZONA PLAYOFF GRAZIE AD UNA RIMONTA FIRMATA DA GALAZZI

Una doppietta di Galazzi regala la vittoria nel giorno di Pasquetta al Brescia. Il trequartista ribalta il Cosenza con due magie, una per tempo. Sotto di un gol la formazione di Maran conquista tre punti preziosi per i playoff. Rondinelle a 42 punti, salvezza completata e il sogno spareggi promozione continua.

Nell’undici di partenza Maran non poteva disporre di Cistana. Il difensore non andava nemmeno in panchina. Al suo posto giocava Papetti. Tra i pali la scelta ricadeva su Lezzerini, al rientro. Per il resto tutto confermato con Paghera in cabina di regia e la coppia Bianchi-Galazzi alle spalle di Borrelli. La prima occasione era del Cosenza con una rovesciata. La riposta del Brescia era in una conclusione sporca di Galazzi nel cuore dell’area di rigore. Ma al 16′ il Cosenza andava in vantaggio. Tiro senza pretese di Crespi che passava sotto le gambe di Adorni lasciando Lezzerini fermo. L’occasione per il pareggio capitava sui piedi di Borrelli: il tiro a botta sicura da un metro di distanza dell’attaccante veniva deviato d’istinto dall’estremo del Cosenza. Al 41′ il pareggio del Brescia con un capolavoro su punizione di Galazzi. Parabola arcuata, sotto il sette. Esultanza polemica sotto la curva degli ultras del Cosenza per Galazzi che portava a momenti di tensione. A farne le spese Tutino, ammonito dalla panchina. Nel finale proteste del Brescia per un presunto fallo di mano fuori area di Micai non giuducato tale dal Var. Si andava negli spogliatoi sull’1-1.

Nella ripresa il Brescia perdeva Borrelli per infortunio: fuori causa l’attaccante lasciava spazio a Moncini. La squadra di Maran faceva molta fatica a respingere gli attacchi del Cosenza, più determinato delle rondinelle nel cercare di vincere la partita. Ma il triplo cambio nel Brescia cambiava le carte in tavola: fuori Paghera, Besaggio e Bianchi, dentro Bjarnason, Van de Looi e Bertagnoli. Subito i due nuovi entrati confezionavano una grande chance per il vantaggio ma Bertagnoli si faceva fermare da Micai. Al 77′ Bisoli salvava sulla linea il colpo di testa di Meroni. Al 79′ il Brescia passava in vantaggio: assist di Moncini e grande gol di Galazzi all’incrocio. Palla nel sette tra le polemiche per un presunto fallo di Moncini su Camporese non rivelato dal VAR. Il triplice fischio sanciva la vittoria delle rondinelle che centravano la salvezza diretta a quota 42 e il consolidamento della zona playoff.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy