BRESCIA, VIAGGIO DA NON FALLIRE PER NON CADERE NEL BARATRO

306

Il Brescia va a Chiavari per sfidare la Virtus Entella consapevole di non poter fallire l’occasione dei tre punti. Il ko contro la Cremonese nel derby ha lasciato degli strascichi nella squadra attanagliata dalla paura di esser risucchiata del tutto dalle sabbie mobili della classifica.

Nella settimana della presentazione di Pep Clotet (con già tre gare nel curriculum) e della sua squalifica (in panchina va Gastaldello), il tecnico ha voluto precisare di essere lui la guida della squadra mettendo a tacere voci di una co-conduzione con l’ex difensore.

Per la sfida contro l’Entella l’allenatore spagnolo si affida ai giocatori più esperti, quelli in grado di mettere qualcosa in più in campo. E così dal cilindro sembra comparire una maglia da titolare per Andrea Cistana, assente da oltre un anno dai campi di gioco. Il centrale dovrebbe giocare al fianco di Chancellor con Karacic a destra e Pajac a sinistra. Gli esclusi sarebbero Mateju, Papetti e Mangraviti oltre a Martrella considerato la seconda scelta sulla corsia mancia.

In mediana fiducia a Van de Looi come regista (Labojko dopo due gare da titolare va in panchina). Ai suoi fianchi nel ruolo di mezzala ci saranno Bisoli a destra e il confermato Bjarnason a sinistra. Sulla trequarti Spalek dovrebbe vincere il ballottaggio con Skrabb e Jagiello.

In attacco nessuna novità con la presenza dal primo minuto di Donnarumma e Ayè. Squadra partita alla volta della Liguria questo pomeriggio in pullman dopo aver pranzato insieme al presidente Cellino nel centro sportivo di Torbole. Alla vigilia della sfida Clotet non si è nascosto: “Gara fondamentale per il Brescia, vero che vale tre punti ma per noi sono importanti”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy