DIMITRI BISOLI: “GUARDO LA CURVA E MI EMOZIONO”

576

Campione di solidarietà. Non si può definire diversamente Dimitri Bisoli, in prima linea nella lotta al coronavirus. Il centrocampista del Brescia ha rilasciato una intervista ai microfoni di Rai Sport nella quale racconta il proprio impegno per i più bisognosi e la sua vicinanza alla popolazione bresciana.

Sono stato contattato da un gruppo di volontari della città e sono stato disponibile subito a fare la spesa per chi è in difficoltà. E loro provvedono alla distribuzione perché noi dobbiamo restare in casa, non molliamo, rovineremmo tutto”.

La mia ultima gara giocata? A Reggio Emilia il 9 marzo, porte chiuse, contro il Sassuolo. Surreale: contava di piú sapere se si avesse la febbre rispetto alla tattica. Pensare al calcio senza pubblico è difficile. Al Rigamonti entro, guardo la Nord e mi emoziono. Se e quando ripartiremo, dovremo trovare le motivazioni in noi”.

“Ciò che manca di più è la buona salute per chi soffre. Poi mi basterebbe tornare a correre su un campo: andrei anche solo per la parte atletica”.

“Classifica? Abbiamo perso punti per una serie di dettagli, ma non cerchiamo alibi. Con la nostra mentalità lotteremmo contro tutti perché sappiamo quanto è stata dura conquistarci la A”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy