IL BRESCIA AFFONDA IN LAGUNA: VINCE IL VENEZIA 2-0

158

DOPPIETTA DI TESSMAN, ENTRAMBI SU CALCIO PIAZZATO: PRESTAZIONE OPACA DELLE RONDINELLE.

Il Brescia esce sconfitto dalla trasferta di Venezia. 2-0 secco, senza attenuati al termine di una prestazione opaca delle rondinelle. Un tiro in porta nei 95′, quello di Jallow e due gol presi da calcio d’angolo ad opera di Tessmann. Un passo indietro in vista dei playoff.

Nel Brescia spazio a Mangraviti per lo squalificato Adorni. Maran sceglie ancora Besaggio per Bertagnoli. Nel Venezia c’è la coppia d’attacco Pohjanpalo e Gytkjær. Avvio di gioco a tinte biancazzurre. Le rondinelle tenevano benissimo il campo. Dopo due calci d’angolo pericolori in area del Venezia era Bisoli a provare la conclusione a rete deviata e facile preda dell’ex Joronen. Al 16′ trema il palo della porta difesa da Lezzerini: Gytkjær sfruttava un assist di Busio da destra, anticipo secco su Cistana e palla sul montante. Venezia in vantaggio al 21′: dopo una clamorosa occasione per Tessman, lo stesso centrocmapista, da azione d’angolo, trovava lo spazio per battere al volo e mandare palla in fondo al sacco. Nell’occasione uscita rivedibile di lezzerini, Dickmann e Besaggio erano fautori di una incomprensione che portava Tessman a calciare verso la porta trovando il gol. Alla mezz’ora il raddoppio del Venezia: Lezzerini, ostacolato, non tratteneva la palla che finiva in gol. Con l’ausilio del VAR la rete dei lagunari veniva annullata. Nell’unico minuto di recupero occasione per Moncini, sventata da un grande intervento in uscita dell’ex Joronen.

Nella ripresa fuori Paghera e dentro Fares. Prima occasione per Bianchi: diagonale bloccato dall’ottimo Joronen. Al 58′ occasionissima per il Venezia con Elettrson il cui colpo di testa era deviato sopra la traversa da Lezzerini. Azione viziata da una clamoroso errore di Galazzi che sbagliava il tempo della giocata in contropiede e dava spazio alla ripartenza del Venezia. Ancora Venezia con un clamoroso errore di Tessmann che da due passi, spediva alle stelle graziando il Brescia. Nel finale spazio a Bertagnoli per Besaggio. A 10′ dalla fine occasione gol per Bianchi il cui colpo di testa non trovava la via della rete. Ma era sempre Venezia: Lezzerini salvava due volte il gol del raddoppio. Ci provava però Moncini a sovvertire le sorti della partita con una rovesciata clamorosa fuori di poco. E poco dopo ancora Moncini non trovava la girata da pochi passi. A forza di dai…il Venezia segnava il gol del 2-0. Ancora da calcio d’angolo, ancora gol di Tessman a mettere una pietra sopra una brutta prestazione.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy