IL BRESCIA DA SEGNO X NON PUO’ BASTARE

222

LA CURA GASTALDELLO HA PORTATO A COMPATTEZZA E SPIRITO MA MANCA LA VITTORIA

3 punti in 4 partite. Sono il bottino fino ad ora conquistato da Daniele Gastaldello sulla panchina del Brescia. Il tecnico chiamato a sostituire Davide Possanzini ha sicuramente dei meriti, su tutti quello di aver dato compattezza allo spogliatoio, di dare continuità di prestazioni e di formazione, di aver influito nel cambio di mentalità del gruppo capace di non abbattersi alle prime difficoltà ma di saper reagire come fatto quando è andata sotto contro il Cagliari e contro il Venezia. Ma tutto ciò può bastare per la salvezza? La risposta è no! Manca lo step finale, manca la vittoria. Anche a Venezia la squadra ha avuto la possibilità di andare a far male all’avversario, di conquistare l’intera posta in palio. Eppure il rischio è stato quello di perdere. Dunque cosa manca a questo Brescia per arrivare ai tre punti? Serve credere di più nelle qualità della squadra, osando qualcosa anche dal punto di vista tattico. Schierando le due punte? Può darsi. Osando di più spingendo Rodriguez più vicino alla porta e con meno compiti difensivi. Lo spagnolo spreca tantissime energie lontano dalla porta. Serve ritrovare la verve degli attaccanti dandogli sostegno. Ayè non segna da novembre, Bianchi da dicembre. Situazioni queste alle quali Gastaldello dovrà trovare una soluzione per queste 9 partite che mancano alla fine della stagione.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy