IL TROFEO MOTOESTATE PREMIA I SUOI CAMPIONI E SBARCA IN EUROPA

286

Il Trofeo Motoestate premia i suoi campioni e sbarca in Europa. La stagione 2019 è stata archiviata con il favore del pubblico e dei partecipanti. Ennesima dimostrazione di crescita per la manifestazione ideata dalla bresciana SH Group pronta ora ad un nuovo ed importante salto di qualità: l’approdo in Europa.

“Abbiamo l’onore d’annunciare l’acquisizione dell’organizzazione dei prossimi sei anni dell’Alpe Adria International Championship -ha dichiarato dal palco Bruno Sandrini-. Si tratta dell’unico campionato che si corre a livello continentale e ha tre classi di titolazione. Per la nostra azienda e per Brescia rappresenta un motivo di vanto ed orgoglio”

Per i prossimi 6 anni la società bresciana organizzerà l’Alpe Adria International Championship: un campionato europeo comprendente 3 classi a titolazione europea per un totale di 8 categorie. L’Alpe Adria contiene molte categorie: 1000 Stock Europian Cup, 300 Supersport Euorpean Cup, Supermono, Superbike e Alpe Adria Cup. Si tratterà di un campionato nazionale che si correrà a livello continentale.

Trattativa difficile e complicata portata a buon fine grazie alla costanza espressa da Bruno Sandrini e Filippo Delmonte nel raggiungere l’intento di battere la concorrenza per l’acquisizione dell’ambito campionato. L’idea di conquistare l’Europa non nasce certamente ieri ma è frutto di un lavoro intenso di diversi anni portato a compimento anche grazie ai grandi risultati raggiunti con il Trofeo Motoestate.

I piloti del MES potranno comunque dormire sonni tranquilli: l’impegno e l’organizzazione del Campionato Europeo non toglierà lo sguardo e l’attenzione alla crescita della manifestazione tricolore diventata punto di riferimento per gli appassionati delle due ruote.

Numeri davvero importanti quelli del 2019 con una media di 170 i piloti a gara con il picco a Franciacorta nel 4° round raggiungendo quota 250.

“Il nostro impegno a far crescere il Trofeo Motoestate non verrà meno -assicura Filippo Delmonte-. Stiamo lavorando nell’ottica di permettere a tanti piloti di poter prendere parte a qualche tappa dell’Europeo. A breve stileremo il calendario nel quale certamente ci sarà una tappa italiana: quella di Cervesina”.

Non l’Autodromo di Franciacorta come nelle iniziali intenzioni della Sprinthouse. L’acquisizione di Porsche ed i lavori di restyling del circuito nel 2020 non permetteranno di correre ma l’idea è quella, quanto prima, di portare l’Europeo anche a Castrezzato.

La giornata organizzata dalla Sprint House al Museo Mille Miglia è stata caratterizzata non solo dall’annuncio dell’approdo in Europa ma anche dalla premiazione dei piloti vincitori delle rispettive classi nel Trofeo Motoestate 2019.

Nell’elenco figuravano alcuni piloti bresciani come Michele Filippi campione nella 600 STK, Davide Felappi secondo classificato nella 300 Go Eleven, Paolo Cristini medaglia d’argento nella 1000 Open e Luigi Brignoli secondo nella 600 Aperta.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy