LA SPAL GELA IL BRESCIA: UN PARI AMARO CHE SA DI SENTENZA

164

Un gol di Latte Lath a due minuti dal termine, in pieno recupero, su calcio d’angolo regala alla Spal un pareggio che pareva insperato. Un gol a mandare all’inferno le speranze del Brescia di conquistare tre punti pesanti per la corsa alla promozione diretta. Un pochi istanti il Brescia si è trovato dal terzo posto ad un solo punto dalla Cremonese al quinto. E di giornate ne mancano solo due….

Prima del match standing ovation per Andrea Caracciolo. L’Airone è tornato al Rigamonti. Dopo l’addio al calcio di qualche settimana fa è arrivato il saluto del Brescia. Per lui meritato omaggio dopo 418 partite e 179 gol con la maglia biancazzurra.

Nel Brescia schierato da Corini pesa l’assenza di Moreo, solo in panchina ma non al meglio. In campo l’inedita coppia Bajic-Ayè. Assente anche Proia per infortunio, gioca Bertagnoli. Nella Spal spazio a Rossi dal primo minuto.

Nei primi 20′ due le occasioni da gol per la Spal. La prima al 4′ con Zanellato: palla fuori di pochissimo. Al 20′ altra grande chance per la squadra di Venturato. Conclusione al volo di Rossi e palla fuori di poco. Al 25′ proprio Rossi lasciava il campo per infortunio, al suo posto Melchiorri. Il Brescia faticava a trovare spazio. Nei primi 45′ un solo sussulto con la traversa colpita da Meccariello involontariamente. Baijc e Ayè hanno faticato a trovare spazi per fare male. Primo tempo terminato 0-0.

Nella ripresa un acquazzone si abbatteva sul Rigamonti. Le difficoltà del Brescia si manifestavano anche ad inizio ripresa. Corini buttava nella mischia Moreo e Tramoni per gli evanscenti Leris e Ayè. Ma la musica non cambiava. La squadra biancazzurra trovava la via della porta solo al 25′ con Bertagnoli la cui conclusione centrale.

Nel finale succedeva di tutto. Tramoni portava avanti il Brescia al 38′ con un guizzo straordinario: tocco sotto a superare l’avversario e sinistro a bucare il portiere in uscita. Stadio in festa e 6′ di recupero (troppi!!!!) a decretare una amara sentenza. Pajac si perdeva Latte Lath in area sull’ultimo corner. Incornata di testa e palla nel sette. 1-1 e sogni infranti per il Brescia.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy