MOTOESTATE: MATTEO CRISTINI DA SPETTACOLO A MAGIONE

206

IL GIOVANE COGLIE DUE PIAZZAMENTI E UNA STREPITOSA POLE, PAPA’ PAOLO ANCORA SFORTUNATO

La trasferta di Magione, terza prova del calendario del Trofeo Motoestate, doveva essere quella del rilancio per la famiglia Cristini. E così è stato! Dalla trasferta in terra umbra Paolo e Matteo Cristini tornano con buoni risultati ma soprattutto la consapevolezza che la strada intrapresa è quella giusta. Peccato solo che nel computo totale del weekend sia subentrata come sempre tanta sfortuna. Difficile avere la meglio dell’imponderabile: nonostante ciò la voglia e la determinazione dimostrata da Paolo e Matteo fa ben sperare per il futuro.

Paolo Cristini in azione nella 1000 Open Motoestate

Paolo Cristini è stato tra i protagonisti della 1000 Open. L’esperto driver aveva colto il quinto tempo in griglia di partenza nelle qualifiche ufficiali conducendo gran parte della gara nella medesima posizione e terzo del Trofeo Motoestate. Ma un guasto alla moto a pochi giri dal termine ha privato Paolo di un risultato che avrebbe significato tantissimo a livello morale.

E’ stato un weekend fantastico. Ero arrivato a Magione con tante aspettative. Volevo fare un fine settimana in crescita per preparami al meglio alla tappa di Varano. Abbiamo montato la gomma SC3 e sin da subito sono usciti i tempi ma soprattutto è tornato quel feeling con la moto che avevo perso nelle scorse gare. Partivo quinto in griglia al termine di una qualifica che finalmente mi ha visto protagonista. Ho fatto tutta la gara in quinta posizione, terzo del Motoestate ma sul più bello…la moto si è spenta! Ero sul rettilineo quando tutto si è ammutolito, compreso il sottoscritto. Ho perso così la possibilità del podio a cui tenevo tanto, soprattutto per il morale”.

“Mi mancano molto i tempi in cui ero protagonista. Quando facevo podi e festeggiavo dopo le gare. Ma sono convinto che torneranno. Sto lavorando al massimo per ritrovare quelle sensazioni e sono convinto che ci riuscirò. Io di certo non mollo: lo devo a me stesso, agli sponsor che mi seguono e alle persone che credono in me!”.

La vittoria del mio compagno dimostra la bontà del team e del valore della squadra. Vorrei spendere una parola per Mauro Agostini: una persona eccezionale che ci permette di avere delle ottime moto tra le mani in un team di primissimo livello”.

Matteo Cristini in azione nella 600 Race Attack del Trofeo Motoestate

Weekend fantastico quello di Matteo Cristini. Il figlio di Paolo ha rubato la scena nella 600 Race Attack. Un fulmine in prova tanto da strappare la pole position mettendosi alle spalle alcuni dei migliori piloti del campionato. Autore di due gare fantastiche chiuse in P2 e P4. Per Matteo si tratta dell’ennesimo mattone messo a fondamenta di una carriera in continua cresciata.

È stato un weekend spettacolare -ha introdotto Matteo-. Ho dovuto imparare bene la pista nella giornata di venerdì. Non avendoci mai girato ho sfruttato tutti i turni disponibili per conoscere ogni sfumatura dell’asfalto di Magione. Sono anche incappato in una caduta: per fortuna ho limitato i danni con una pedalina rotta e qualche problemino al manubrio subito aggiustato dai meccanici. Sin da subito mi sono trovato bene con la moto. Ero un po’ nervoso per il traffico e per una moto che non era del tutto in ordine. Ma con un paio di aggiustamenti volavo tanto da prendermi la pole position. Gara-1 ero emozionato, infatti ho impennato la moto e mi sono trovato quarto. Alla fine sono arrivato secondo. In gara-2 sono partito bene battagliando a sportellate per la quarta posizone. E’ stato bellissimo: grazie al team e a mio padre per il supporto”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy