BRESCIA CALCIO NEL BARATRO, ANCHE IL BOLOGNA CI CASTIGA

468

Ennesima sconfitta, ennesimo punto buttato. Il Brescia perde 2-1 contro il Bologna in trasferta. Una squadra mai pericolosa con un solo tiro in porta, il calcio di rigore trasformato da Ernesto Torregrossa. Il Bologna ha giocato per quasi 90’ nella metà campo delle rondinelle. Tante occasioni con Joronen superlativo. Tanti errori a graziare il Brescia e tenere in vita un Brescia apatico e senza idee.

Dopo 34’ minuti di nulla cosmico per il Brescia con una schiacciante padronanza della gara del Bologna arrivava l’episodio a favore. Calcio di rigore al 35’ per fallo di Mbaye su Dessena. Dal dischetto era perfetta la trasformazione di Ernesto Torregrossa con il mancino.

Ma il vantaggio delle rondinelle durava solamente 6’. Orsolini riceveva palla in area di rigore e con un perfetto diagonale metteva in rete alle spalle di un incolpevole Joronen. Nell’occasione errore di marcatura di Chancellor.

Nella ripresa Corini sistemava la squadra passando a difendere a 5 uomini chiudendo le corsie laterali. Una mossa a fruttare uno schermo davanti alla porta di un Joronen in formato monumentale. Almeno sei interventi del portiere finlandese nel corso della partita sono stati miracolosi ai fini del risultato.

Un Brescia mai pericoloso dalle parti del Bologna: 21 tiri a 3 per gli emiliani che nel finale trovavano il gol vittoria. E nel finale l’ennesimo errore condizionava la partita. Era Bani a colpire in pieno recupero una difesa distratta.

Quella con il Bologna era l’ennesima dimostrazione di una squadra in balia degli eventi, degli avversari e con poca qualità. E la classifica piange, piange lacrime amare.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy