BRESCIA: CHI VA, CHI RESTA E CHI ARRIVA

1.520

CELLINO VUOLE CONFERMARE L’OSSATURA DELLA SQUADRA SOGNANDO IL COLPO IN ATTACCO

Il Brescia del prossimo futuro sarà molto simile a quello del recente presente, almeno per l’ossatura della squadra. Massimo Cellino non vuole smantellare la rosa ma semmai puntellarla nei ruoli dove quest’anno è andata in difficoltà.

PORTIERI: Tra in pali Luca Lezzerini va verso la conferma del ruolo di titolare. Michele Avella verrà riscattato dal Frosinone, dubbi su Lorenzo Andrenacci

DIFESA: Cellino vuole ripartire da Andrea Cistana. Salvo chiamate dalla Serie A per le quali esiste una clausola contrattuale, il difensore di Porta Cremona è considerato imprescindibile nel progetto tecnico. In rosa resteranno Davide Adorni e Andrea Papetti sul quale il Brescia vuole ancora puntare, mentre alla porta c’è Massimiliano Mangraviti sparito dai radar con l’avvento di Maran. Punto fermo sarà Lorenzo Dickmann: per l’esterno pronto il riscatto dalla Spal da 160 mila euro come quello di Alexandre Jallow anche se un terzino sinitro sarà tra le priorità in entrata. Addio certo per scandenza di contratto di Matthieu Huard.

CENTROCAMPO: Irrinunciabile è il capitano Dimitri Bisoli. Sarà lui a guidare la squadra in campo con la sua carica e il suo attaccamento. Conferme per Fabrizio Paghera e Michele Besaggio, si spera in un pieno recupero di Massimo Bertagnoli dopo una stagione difficile causa infortunio. Se ne andrà Tom Van de Looi il cui contratto non è stato rinnovato per stessa volontà del giocatore che vuole tornare in Olanda. ritorno alla Lazio anche per Momo Fares, oggetto misterioso della stagione appena andata agli archivi.

TREQUARTISTI: Il Brescia del futuro vuole puntare sull’esplosione definitiva di Giacomo Olzer e Nicholas Galazzi affiancati probabilmente da Birkir Bjarnason: il vikingo è in odore di rinnovo per un altro anno, le parti sono al lavoro.

ATTACCO: Molto ruota attorno a Gennaro Borrelli. A breve incontro chiarificatore con il Frosinon: un tavolo di confronto dal quale Cellino vuole assolutamente uscire vincitore. Per il riscatto servono 4 milioni ma il desiderio del Brescia è di avere il bomber al centro del progetto tecnico. Resterà certamente Gabriele Moncini pronto ad essere l’attaccante di scorsa. Valigia in mano per Flavio Bianchi, tra le delusioni di queste ultime due stagioni. L’intento del club è di sferrare un grande colpo, un attaccante da doppia cifra e di categoria, come scrive Bresciaoggi. Sul taccuino ci sono Gennaro Tutino, Pedro Mendes o Christian Gytkiaer ma non è escluso un colpo a sorpresa.

ACQUISTI: Già depositati i contratti del playmaker belga Matthias Verreth e dell’attaccante austriaco Trent Buhagiar. Si tratta di scommesse, in pieno stile Cellino. Ma per fare una squadra da Serie A serve ben altro.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy