BRESCIA, CLOTET: “NESSUN CALCOLO, CONTA SOLO VINCERE!”

142

Il tempo delle parole lascerà spazio al campo. Il Brescia sfida il Monza negli ultimi 90′ della stagione. “Una finale da vincere” le parole di Pep Clotet pronto a sfidare Mario Balotelli

“A me non piace molto fare cambi di formazione perché credo nella continuità e nelle soluzioni a partita in corso. Certamente a volte dobbiamo attuare soluzioni diverse a seconda dell’avversario o della stanchezza. Attualmente sono molto felice della forza mentale della squadra e della concentrazione che hanno. Andranno in campo determinati, nessuno ha problemi fisici e credo che in questo gruppo tutti siano davvero importanti”.

“Tutti i fattori saranno importanti dunque anche l’aspetto fisico e quello tattico”.

“La situazione in cui ci troviamo va vissuta con orgoglio perché siamo ambiziosi e avere come eventuale premio i playoff è certamente bello. Dobbiamo continuare ad essere concentrati e se riusciremo ad entrare nei playoff sarò molto contento per i giocatori e il Club. Succeda quel che succeda sono orgoglioso di tutti”.

“Tutti conosciamo il livello di Balotelli e la sua qualità io però sono concentrato sul Monza e anche su tutti gli altri perché vedo il calcio come un gioco collettivo. Dovremo dare il meglio”.

“Preferisco concentrarmi sulla mia squadra. Certo il Monza è favorito, però per noi è una finale così come lo sono state tutte le altre partite da qui a febbraio. Abbiamo acquisito la mentalità che tutte le gare valgono tre punti e dobbiamo andare in campo per vincerle e così faremo domani”.

“Da fuori si può pensare che il Monza abbia più pressione però anche noi, avendo ottenuto risultati, siamo stati sotto pressione. Questo è dovuto alla concentrazione che abbiamo messo in tutti i match e ora ci conosciamo tutti davvero bene ed è per questo che siamo così uniti. Per noi ogni partita è una finale da mesi”.

“Non possiamo analizzare difesa e attacco separatamente, l’ho detto tante volte in passato. Mi piace che la squadra giochi in verticale, che pratichi un calcio di attacco e i giocatori l’hanno capito, ogni partita attaccano sempre meglio. Collettivamente però difendiamo molto bene e per questo è importante anche il lavoro degli attaccanti che giocano ogni partita meglio e ci aiutano a rimanere alti e dare subito pressione. Ci sono molti motivi per cui siamo cresciuti e questo sicuramente è uno dei tanti”.

“Giocheremo contro una grande squadra, ma anche loro sanno che non giocheranno contro un avversario facile. Sarà senza dubbio una partita bella e competitiva”.

“Non penseremo agli altri risultati o altri campi. Lotteremo fino all’ultimo minuto”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy