BRESCIA E BERGAMO: DIVISE SUGLI SPALTI UNITE NEL DOLORE

1.095

La rivalità è stata messa da parte per far fronte comune in questo stato d’emergenza generale. Brescia e Bergamo a braccetto lottano e combattono ogni giorno contro il coronavirus. Piangono insieme, soffrono l’una accanto all’altra. La Dea che coccola la Leonessa, la Leonessa che protegge la Dea. Piace vederle idealmente così le due icone chiave delle città mai così vicine, mai così unite.

Le tante testimonianze di una rivalità ormai passata di moda in questo periodo di crisi sanitaria sono all’ordine del giorno. Ultimo lo stupendo striscione a Sarnico a cavallo del confine tra le due province. Brescia e Bergamo, divise sugli spalti, unite nel dolore”.

Un messaggio di pace, d’amore e di unione a rappresentare un monito per tutti, un cambio radicale della visione della rivalità. In questo momento non esistono bandiere, sciarpe, colori e stemmi: la Leonessa abbraccia la Dea, la Dea protegge la Leonessa, insieme si consolano, unite combattono!

Fabio Pettenò

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy