BRESCIA-GENOA: CELLINO SFIDA L’EX MARROCCU

255

C’eravamo tanto amati. Così potrebbe essere rappresentato il rapporto tra Massimo Cellino e Francesco Marroccu. Insieme hanno riportato il Brescia in Serie A, ora si giocano uno contro l’altro una battaglia non solo sportiva ma anche dal punto di vista legale. Da Cagliari a Brescia: una stima reciproca che li aveva portati a ritrovarsi dopo tempo con Marroccu strappato alla corte di Giuseppe Pasini e alla Feralpisalò non senza polemiche.

Come in tante storie d’amore il sentimento è sfumato trasformandosi in rabbia e in divorzio non senza conseguenze. Una disputa legale quella tra Cellino e Marroccu a rovinare anche un’amicizia e la stima reciproca tra i due. E’ di qualche giorno fa la notizia della multa di 6000 euro della Procura Federale all’attuale direttore sportivo del Genoa. Questa la nota:

“Per aver sottoscritto – in assenza di autorizzazione del Legale Rappresentante della società Brescia Cacio SpA ed in assenza di delega alcuna di poteri da parte di quest’ultimo e, peraltro, ad insaputa dello stesso – il Contratto di rappresentanza stipulato il 10/07/2019 tra il Brescia Calcio SpA e la società BSA S.r.l. ed avente ad oggetto il tesseramento del calciatore Daniele Dessena per la stagione sportiva 2019/2020 ed il Contratto di rappresentanza stipulato il 22/06/2018 tra il Brescia Calcio SpA e Freesport Management S.r.l. ed avente ad oggetto il contratto di prestazione sportiva stipulato tra il Brescia Calcio e il calciatore Emanuele Ndoj.

Una prima vittoria di Cellino con il presidente del Brescia ora desideroso di strappare a Francesco Marroccu anche i tre punti sul campo. Chissà se i due si saluteranno nel deserto dello stadio Rigamonti. L’assenza di pubblico potrebbe facilitare la cosa. Difficile immaginare una stretta di mano e non solo per le rigide regole del protocollo sanitario. Tra i due è guerra aperta, senza esclusione di colpi.

Sabato si troveranno uno di fronte all’altro con l’obiettivo di superarsi sotto ogni punto di vista. La battaglia tra i due avrà il sapore della lotta per 90′ lunghissimi minuti con il desiderio di supremazia di uno sull’altro.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy