BRESCIA, HUBNER: “PRESI IL 27 IN ONORE DI VILLENEUVE”

58

IL BISONTE: “HO SEMPRE GIOCATO CON L’11 MA A PIACENZA ERA OCCUPATO. COSI’ PRESI IL NUMERO DEL MIO IDOLO”

Dario Hubner è stato un bomber d’altri tempi. Potenza e senso del gol da fare invidia ai grandi attaccanti della Serie A. Nomi altisonanti come Vieri, Del Piero, Trezeguet, Di Vaio, Batistuta si sono inchinati più volte ai numeri di Super Dario. Tatanka era l’incubo di ogni portiere, lo spauracchio di ogni difensore. Un attaccante legato al numero di maglia 11, ai tempi del Brescia ma costretto a cambiare al 27 ai tempi del Piacenza. Un aneddoto svelato dallo stesso ex attaccante.

Non ho mai avuto l’ossessione del numero di maglia. L’11 era ormai identificativo, ma a Piacenza dovetti sceglierne uno nuovo. Optai per il 27, numero con il quale correva il mio pilota preferito: Gilles Villeneuve. I miei figli, nati il 17 ed il 10, confermarono la scelta. Il ventisette era proprio il numero perfetto”

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy