BRESCIA: INZAGHI MEDITA CAMBI MA NON UNA RIVOLUZIONE

269

Manca davvero poco al calcio d’inizio della sfida contro il Crotone. Una sfida a poter dare la dimensione del valore reale di questa squadra. Un assaggio delle qualità tecniche, tattiche e di gruppo la rosa biancazzurra l’ha già dato nelle precedenti tre gare. Ternana, Cosenza e Alessandria sono state tre tasselli per far crescere la consapevolezza d’essere sulla strada giusta per qualcosa di grande.

Ma dopo tre neopromosse arriva il tempo di un test ancora più probante con una squadra maggiormente attrezzata e che ben conosce la categoria. Lo si era visto già questa estate quando un Brescia ancora da cantiere aperto aveva perso solo ai rigori in Calabria.

La cuffia in lana del tifoso di tutte le squadre di Brescia: fan del calcio, basket, pallavolo, pallamano, pallanuoto. Un regalo per ogni appassionato della Leonessad’Italia!

Al cospetto della squadra di Modesto arriva un Brescia completamente diverso da quella serata di agosto. C’è maggiore consapevolezza dei propri mezzi e soprattutto un bottino di 9 punti che la dice lunga sullo stato psico fisico della squadra di Inzaghi.

In vista del doppio ravvicinato appuntamento di venerdì e lunedì il tecnico opererà qualche cambio ma non una vera rivoluzione. Non è nello spirito dell’allenatore cambiare molto alla prima di un trittico di gare in una settimana. Probabile chance dal primo minuto per Bisoli e Palacio in luogo di Bertagnoli e Bajic. In difesa Papetti potrebbe prendere il posto di un Mangraviti che si è allenato poco in settimana. Per il resto la squadra non verrà toccata per cercare di non togliere riferimenti ad un undici che brilla di luce propria.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy