BRESCIA, INZAGHI SENZA SCUSE: “IN CASA DOBBIAMO FARE MEGLIO”

261

Filippo Inzaghi non fa drammi ma ammette le difficoltà del Brescia nel fare gioco e punti tra le mura amiche dello stadio Rigamonti. Il tecnico guarda la classifica e non perde il sorriso

“Si tratta di una sconfitta completamente diversa rispetto a Pisa. La squadra è mancata solo nell’ultimo passaggio, ma ha fatto un grande primo tempo, ci è sempre andata male negli ultimi metri. Abbiamo giocato alla pari, Joronen ha fatto poche parate e abbiamo creato poco sui contropiedi. Abbiamo preso gol su un rimpallo in area e poi si è fatto tutto più difficile”

Siamo a un punto dalla zona promozione diretta e se ce l’avessero detto all’inizio avremmo firmato. In casa dobbiamo fare meglio, sabato prossimo c’è Pisa-Lecce e abbiamo un’ottima occasione per tornare avanti. Nelle ultime due partite abbiamo affrontato due squadre importanti, non dimentichiamocelo. Oggi è stata una partita strana, la squadra ha dato tutto e non ha sbagliato, le partite si decidono anche per episodi e loro alla prima occasione ci hanno fatto gol. Noi cresceremo, ma la squadra è viva e siamo in un’ottima posizione”.

“Ho visto una squadra coraggiosa, andavamo a prenderli nella loro area ma stiamo parlando di giocatori forti. Il Monza è un gradino sopra come Parma e Benevento, noi ce la giochiamo con tutti, sin qui abbiamo fatto bene e in casa dobbiamo fare meglio, ma cresceremo”.

Mi aspettavo di fare qualche punto in più in questa settimana, ma la squadra ha lottato su ogni palla facendo una partita diversa rispetto a quella col Pisa, quando perdiamo il nostro portiere non viene mai massacrato, dobbiamo crescere perché prendiamo gol per ogni mezzo tiro”

“Il modulo? Era un 4-3-3 con Bisoli regista, nel secondo tempo siamo passati al 4-2-3-1 con Jagiello sulla trequarti per avanzare di più. Rispetto a Parma abbiamo solo fatto riposare Van De Looi, Bisoli al suo posto ha fatto una bella partita. Palacio può fare il falso 9 e se non avessimo segnato avrei inserito un centravanti, Ayé viene da un lungo infortunio e ha bisogno di giocare un po’, l’avrei messo alla fine ma non potevo togliere Tramoni che era il migliore”

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy