BRESCIA: LA CLASSE E LA GRINTA DI PALACIO SONO DA MODELLO

360

Minuto 43′ del primo tempo, il Brescia è sotto 1-0 nel derby contro il Como. Rodrigo Palacio, fino a quel momento tra i pochi a salvarsi, critica aspramente la decisione del direttore di gara di fischiare un fallo contro alle rondinelle. La reazione è furente, mai visto un Palacio arrabbiato così! Minuto 44′ Palacio segna di testa il gol del momentaneo 1-1. Minuto 86′: Palacio si invola sulla corsia mancia servendo un perfetto assist per Bajic, è il gol del momentaneo 2-2. Sono frammenti, momenti della partita di Palacio nel derby contro il Como. Si tratta di istantanee da usare come modello da sguire per tutti i compagni di squadra.

Il Brescia sta scoprendo, giorno dopo giorni, la classe e la professionalità dell’argentino. Un vero leader in campo. Un calciatore con una qualità di gioco superiore alla media sul quale bisogna fondare il futuro della squadra di Inzaghi. Nonostante i 39 anni appena compiuti Palacio ha giocato una partita di grandissimo livello sotto il profilo tecnico, tattico e di temperamento.

Giocatore completo Palacio ha guidato l’attacco del Brescia, ha giuidato la squadra nel momento di difficoltà, ha tracciato la strada per i due gol delle rondinelle purtroppo valsi a poco a livello di punti in classifica. Palacio rappresenta la luce della squadra, quel raggio da seguire per uscire dalle situazioni di difficoltà. Oltre ad avergli affidato il compito di guidare l’attacco Inzaghi ha scelto Palacio per rappresentare quella leva in grado di far decollare il suo Brescia.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy