BRESCIA L’ANALISI: LA CLASSIFICA NON PIANGE MA SERVONO RINFORZI

645

La sconfitta casalinga contro il Sassuolo nel recupero della 7° giornata di campionato ha messo a nudo le lacune organiche del Brescia. Chi si era illuso, dopo due vittorie con SPAL e LECCE d’aver trovato la soluzione a tutti i mali si è dovuto ricredere.

Il pesante e immeritato ko del Rigamonti contro il Sassuolo di De Zerbi ha delle radici più profonde da analizzare delle situazioni alle quali, si spera, Cellino possa porvi rimedio prima che sia troppo tardi.

Ci si riferisce in particolare ad un organico non all’altezza della massima Serie, non tutto per la verità. Capita in una stagione di fare la grande partita ma immediatamente dopo di tornare sulla terra. È il caso di Mateju e Spalek tra i migliori con il Lecce ma tra i peggiori con il Sassuolo. Stesso dicasi per Torregrossa e Romulo e per Alfonso che, non ce ne voglia il portiere della promozione, ha sulla coscienza i due gol presi sul proprio palo.

Per la salvezza non possono bastare un paio di partite buone e tutte le altre sotto la sufficienza! Il messagggio del 2-0 del Sassuolo è stato chiaro, lineare e lampante.

Come chiaro appare ormai il problema della panchina. In nessuna occasione fino ad ora il Brescia ha trovato il cambio di passo, giocate importanti e gol dagli uomini subentrati a gara in corso. Cosa che le altre squadre immancabilmente fanno. Un dato di fatto anche in questo caso sul quale porre l’attenzione. Emblematico è veder entrare a gara in corso Ndoj fino all’ultimo in dubbio per una caviglia malconcia. Possibile che nessun’altro poteva entrare?

L’emblema è Donnarumma: entra a gara in corso, lui bomber di razza contro Spal e Sassuolo fallisce clamorosamente due gol davanti alla porta segno di poca serenità e tanta frustrazione.

La classifica non sorride ma nemmeno piange. Serve tuttavia da parte della società porsi le stesse domande che ci siamo fatti noi su un mercato di gennaio che deve portare giocatori in grado di cambiare la rotta.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy