BRESCIA, LEGGENDARIA: SEI IN FINALE!!

54

La Gruppo Consoli Centrale McDonald’s scrive la sua storia e vola in finale contro Taranto, mettendo in campo una prestazione di carattere che le permette di dominare Siena, soprattutto dal punto di vista mentale. MVP: tutta la squadra, che ha resistito alla tensione, giocato con calma e testa e raggiunto un traguardo epico. Cisolla: “Probabilmente ce lo meritiamo”!

Tensione palpabile in avvio: la Consoli Centrale McDonald’s sa che è un’occasione d’oro e  Emma Villas sa che non può sbagliare. Primo set di studio, con un grande recupero nel finale di Brescia che infila un parziale di 7 a 1 sull’ottimo servizio di Tasholli e va a chiudere. La seconda frazione non è gestita al meglio dai Tucani, che non riescono a gestire il break di vantaggio e permettono a Siena di risalire e pareggiare i conti. Pazienza e coraggio nel terzo set premiano i padroni di casa, che tirano al servizio e in attacco e si portano in vantaggio. Siena accusa il colpo e si innervosisce, al contrario dei Tucani che resistono ad ogni rimonta, stringono i denti, restano concentrati e chiudono in quattro set, agguantando un successo meritatissimo. E per questo ancora più emozionante!

Appassionato di moto, bici o running? Questa è la maglia tecnica sportiva a maniche corte XTECH perfetta per te!

La serie di finale inizia mercoledì 12 a Taranto.

CONSOLI CENTRALE McDONALD’S  – EMMA VILLAS AUBAY 3 – 1   

(25-21; 23-25; 25-19; 25-21)

Starting six

Tiberti è sulla diagonale con Bisi, Cisolla e Galliani sono in posto quattro, con Esposito e Candeli al centro; Franzoni è il libero.

Spanakis conferma Fabroni e Romanò, Yudin e Massari in posto quattro, Zamagni e Barone, con Fusco libero

Match in pillole

Entrambe le squadre sentono la tensione in avvio; gli ace di Candeli e Bisi valgono l’8-7. Siena gioca con astuzia le palle al centro del campo, dove trova spesso zona scoperta, ma sbaglia qualcosa in battuta e l’equilibrio regna sovrano fino allo strappo di Yudin che piazza il 18-20. Tasholli entra al servizio e svolta il set, tirando con coraggio: Brescia trova quattro block – tre su Romanò e uno su Fabroni, spinge Massari all’errore e chiude 25-21.

Brescia è più fluida, ma Siena non arretra e va 8-10, alternando pallette e botte. Gallo pennella la riga e aggancia dai nove metri, seguito da un serie di battute velenose di Candeli che agevola il 14-11. Per l’arbitro Tiberti è falloso, poi un paio di errori minano la calma dei Tucani che si fanno raggiungere e superare (15-16). Romanò passa per il 20-21: i padroni di casa non riescono a fermare gli avversari a muro e si fanno sfuggire un cambio palla; il servizio out di Bisi riporta i giochi in parità (23-25).

Siena si carica con l’ace di Massari (9-11), ma Brescia risponde a tono e arrivano gli errori di Romanò e Yudin (17-14). Tasholli aiuta ancora al servizio, Bisi spinge e Tiberti si prende il tocco di prima; Gallo con intelligenza piazza il 22-18, Esposito tira a tutto braccio in battuta. Emma Villas accusa e cede (25-19).

I toscani risentono del contraccolpo e Brescia prova a volare via con Esposito (8-5). Il match è avvincente: il muro di Siena avvicina, ma il capitano rimette i suoi avanti  (14-11). Bisi si prende la scena: stampa Yudin e poi allunga con un paio di botte (18-15). Cisolla c’è sempre quando serve, Candeli blocca Fabroni (22-18), che si rifà al servizio e mette paura. Bisi si prende il match ball di potenza e Galliani regala a Brescia la finale con un ace su Massari (25-21).

Il commento

Coach Zambonardi: “Si parla di una squadra di carattere, di uomini veri che oggi hanno dato tutto, in campo e in panchina. Abbiamo fatto un campionato difendendoci,  raccogliendo le energie per i Play off. Stiamo vivendo un sogno, ma anche la realtà di una società che sta lavorando con serietà e determinazione. Abbiamo eliminato parecchie corazzate e stasera ci godiamo la nostra prima finale, che giocheremo con la usuale serenità”.

Cisolla: “Gallo ha fatto un miracolo. Avevamo bisogno di lui e lui ha risposto presente. E’ stata una grande partita di nervi. Loro ci hanno messo pressione, anche se non sono stati perfetti come gara 3, ma, a differenza di domenica, noi siamo rimasti lì: quando dovevamo subire, abbiamo subito e quando dovevamo spingere, abbiamo spinto.  Ci giocheremo la finale come sappiamo, con serenità e umiltà, una delle nostre qualità migliori, che forse manca alle prime della classe. Noi non ci facciamo innervosire…Oltre a quello che ci siamo sentiti dire in campo, siamo probabilmente anche una squadra che se lo merita questo traguardo, raggiunto vincendo più volte in palazzetti difficili!”

Tabellino

BRESCIA: Orlando ne, Tasholli 1, Tiberti 3, Cogliati ne,  Bergoli ne, Bisi 21, Franzoni (L), Galliani 20, Candeli  9, Esposito 7, Cisolla 9, Tonoli. All. Zambonardi.

SIENA: Zamagni 6, Panciocco, Yudin 8, Fusco (L), Fantauzzo, Barone 10, Fabroni 1, Ciulli, Massari 18, Romanò 21, Truocchio  ne, Crivellari e Della Volpe ne. Coach: Spanakis.

Note: Ace Brescia 7, Siena 2
Battute sbagliate Brescia 13, Siena 13
Muri  Brescia 8, Siena 7
Attacco Brescia 52%,  Siena 52%
Ricezione Brescia  46% (23% perfetta),  Siena 51% (19% perfetta)
Durata: 27’ 29’ 27’ 28’. Totale: 1h51.

Arbitri: Lorenzo Mattei e Ugo Feriozzi.  Addetto al Video Check: Luca  Ferrari

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy