BRESCIA, MARROCCU: “IL MIO RITORNO? UNA CONTINUAZIONE”

204

Presentazione ufficiale per il nuovo direttore dell’area tecnica del Brescia Francesco Marroccu. Il dirigente sardo ha parlato in conferenza stampa spiegando le ragioni del suo ritorno in biancazzurro

“Le parole espresse dal presidente sono quello che cercavo in questi due anni e mezzo di esilio da Brescia. Siamo due persone molto simili. Sono legato a lui da riconoscenza, affetto, e posso dire di volergli bene. È l’ultimo passaggio calcistico che farò lontano da lui, probabilmente”.

Ho trovato una società molto organizzata: dal direttore generale a quello della comunicazione, l’area marketing. È una società prestata alla Serie B, con un centro sportivo fantastico. In questi giorni parlerò con i membri del club”.

“Il mio ritorno è una continuazione. Amo la città. Non mi sento di essere sceso di categoria, ma sento gratificato di essere in questo club”.

“Ritrovo una Serie B molto competitiva. Eredito una ottima situazione con un Brescia tra le prime della classe e costruito per fare un campionato di vertice. Dobbiamo trasformare il verbo “dobbiamo” in “vogliamo” andare in Serie A”

“Dobbiamo dimenticare la promozione del 2019. Così come Inzaghi deve dimenticarsi il Benevento ed io del Genoa. Nel calcio non si vive di ricordi ma del presente. Arrivo a Brescia con la voglia di provare a fare qualcosa insieme a tutti”.

“A Genova mi sono trovato bene. Ringrazio Preziosi di avermi dato una grande chance: con gli americani ho fatto dei colloqui di cortesia, ma già a maggio avevo deciso di tornare a Brescia”

“Cellino e Preziosi sono profondamente diversi. Uno è un professionista (Cellino) l’altro un presidente mecenate (Preziosi) che ha costruito un management”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy