BRESCIA, MERCATO: QUANTI NODI DA SCIOGLIERE

370

IL KO CONTRO IL SUDTIROL E LE VOCI DI UN NUOVO PASSO INDIETRO DI CELLINO RISCHIANO DI MINARE IL MERCATO

La sconfitta dolorosa e preoccupante di Bolzano, le voci di un possibile nuovo passo indietro di Massimo Cellino dalla carica di presidente rischiano di minare le strategie e le manovre sul mercato. La mancanza di una presa di posizione del numero uno di via Solferino e il ko maturato contro il Sudtirol hanno alimentato le voci di possibili eccellenti partenze. La sostituzione di Stefano Moreo al 17′ della ripresa, in un momento chiave della sfida del “Druso”, ha suonato come una bocciatura non trascurabile. Il Pisa resta alla finestra nonostante il muro di Cellino. Nei giorni scorsi i toscani si sono visti rifiutare una prima offerta ufficiale ritenuta troppo bassa: per l’attaccante il Brescia chiede 3 milioni. I nerazzurri hanno virato su La Mantia ma fino all’ultimo ci proveranno così come la Reggina ma a cifre sicuramente più basse. Anche i novanta minuti trascorsi in panchina da Andrea Papetti hanno riacceso la speranza dell’Udinese di poter arrivare al centrale difensivo. La sconfitta contro il Bologna e le lacune difensive palesate starebbero spingendo il direttore dell’area tecnica dei friulani a formalizzare una proposta concreta. Cellino deve anche fare i conti con il desiderio di Andrea Cistana di giocare in Serie A. Parole, quelle dell’agente Davide Lippi, ad essere arrivate all’orecchio della Fiorentina ma il giocatore piace anche a Hellas Verona e Cremonese. Altro tema caldo riguarda il futuro di Fran Karacic. L’agente avrebbe di recente ricevuto una proposta molto interessante da una squadra estera: si parla di un top club israeliano. L’ennesima bocciatura di Reuven Niemeijer (non convocato per Bolzano) ha suonato come quella definitiva: l’entourage del giocatore starebbe cercando una alternativa. E in entrata? La sostituzione dell’infortunato Bertagnoli resta la priorità. Ma fino a quando Cellino non scioglierà le riserve Perinetti e Aglietti dovranno attendere.

Fonte: Bresciaoggi

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy