UN BUON BRESCIA CEDE 2-0 ALLA SAMPDORIA

148

A SEGNO SABIRI E DE LUCA: BUON BRESCIA A CUI È MANCATO IL GOL. 1600 SPETTATORI AL RIGAMONTI

Caldo africano al Rigamonti per il primo probante test del Brescia contro una formazione come la Sampdoria di categoria superiore. La colonnina di mercurio segnava i 38°. Nonostante questo il richiamo del Brescia del nuovo corso Clotet ha portato allo stadio un buon numero di tifosi. Qualche problema ai botteghini frutto di malintesi relativi ai agli ingressi gratuiti per i possessori della tessera dello scorso anno. Per la “prima” non ufficiale in casa Clotet lanciava il 4-3-1-2 con Andrenacci tra i pali. Linea difensiva formata da Karacic, Adorni, Cistana e Mangraviti. In mediana Van de Looi in cabina di regia con Ndoj e Bisoli interni. In avanti il tridente Niemeijer-Moreo-Ayè. Nella Samp l’ex Giampaolo sperimentava il 4-1-4-1 nel quale spiccava la presenza dell’ex Leris.

Prima occasione per il Brescia al 5′ con Niemeikej, ben imbeccato da Karacic. Il suo diagonale veniva deviato di quel tanto che bastava da Audero in corner. Nei primi 25′ è un Brescia propositivo: ben chiuso in difesa e bravo a ripartire in contropiede. Alla formazione biancazzurra mancava l’ultimo passaggio. Poco prima della mezz’ora si vedeva anche Andrenacci, bravo a disimpegnarsi su Sabiri. Poco dopo la mezz’ora due grandi chance per le rondinelle: prima Adorni di testa sfiorava il gl da distanza ravvicinata, poco dopo Ndoj slalomeggiava trovando Audero a chiuderlo in corner. Ma sull’azione seguente la Samporia colpiva. Azione di rimessa che portava al tiro Caputo. Grande risposta di Andrenacci. Ma sulla corta respinta Candreva serviva l’accorrente Sabiri che da due passi metteva dentro la palla del vantaggio blucerchiato. Sul finire di prima frazione ci provava Ayè: conclusione centrale.

Tifosi in Curva Nord presenti al Rigamonti di Brescia – ph Bresciasport

Nella ripresa Clotet e Giampaolo optavano per dare ancora minuti agli stessi interpreti del primo tempo. Ci provava Ndoj con un calcio di punizione dal limite: grande risposta di Audero. Era sempre il Brescia a cercare la via della rete con maggiore insistenza. La buona chance capitava sui piedi di Bisoli: gran tiro e Audero ancora super. Al 17′ Clotet dava spazio a Olzer e Galazzi per Ndoj e Niemeijer. Nella Samp era il turno, tra gli altri di Fabio Quagliarella. Nel finale girandola di cambi e stanchezza trascinavano la partita verso la fine dove De Luca (sempre lui!!! remember Perugia) segnava il definitivo 2-0.

Per il Brescia si è trattato di un buon test in vista della Coppa Italia contro il Pisa. La mano e l’idea di gioco di Pep Clotet già si vedono come palese manca ancora qualcosa a questa formazione. Tra le note liete un ottimo Ndoj e le buone geometrie di Van de Looi come la sicurezza di Cistana. Da rivedere l’attacco: Niemeijer ha buone capacità ma appare gracilino, Moreo seconda punta appare molto sacrificato e i ricambi (Olzer, Galazzi, Garofalo…) appaiono ancora in difficoltà rispetto al livello e alle richieste di Clotet.

Nota negativa: le lunghe code ai botteghini con molti tifosi che, spazientiti, hanno desistito ad assistere alla sfida tornando mestamente a casa.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy