BRESCIA: TANTI BUONI MOTIVI SU CUI FONDARE IL PASSAGGIO DEL TURNO

137

Il Brescia va a caccia della finale playoff. Dinnanzi alla squadra di Eugenio Corini c’è il Monza, compagine quella di Stroppa ancora scottata dalla sconfitta di Perugia che ha privato il gruppo brianzolo della promozione in Serie A diretta a favore della Cremonese. I biancazzurri arrivano al primo dei due confronti della semifinale dopo aver estromesso, a fatica, il Perugia ai quarti di finale. Un successo in rimonta a lanciare la volata a Bisoli e compagni consapevoli della propria forza e della difficoltà di un avvesario che in stagione ha dato del filo da torcere. Ma ci sono 5 buoni motivi per pensare positivamente al doppio confronto:

  • Il Brescia viene da una bella seppur difficile vittoria contro il Perugia. Vincere aiuta sempre, specialmente in rimonta e dopo aver avuto due grossi spaventi come i due gol del Perugia. Di contro il Monza ha ancora la ferita aperta e sanguinante per la mancata promozione diretta. Non è mai facile riprendersi da una situazione simile, specialmente psicologicamente. Come accade nel Palio di Siena il fantino di rincorsa (in questo caso il Brescia) ha un leggero vantaggio morale.
  • Il Brescia inizia il suo percorso in casa. Davanti al proprio pubblico la squadra di Corini ha ottenuto due vittorie e un pareggio nelle ultime tre gare. Successo contro Parma e Reggina, pareggio (amaro) contro la Spal. Biancazzurri a non perdere in casa dal 5 dicembre, fu proprio il Monza a regolare la squadra di Inzaghi per 2-0. Da allora mai più un passo falso.
  • Il Brescia cresce tantissimo nei minuti finali delle gare. Sono ben 14 i gol segnati dalle rondinelle dall’80’ al 90′ e oltre. Ciò sta a dimostrare la voglia e la determinazione mai doma della squadra. Il Monza soffre le gare in trasferta: nelle ultime due uscite ha perso contro Frosinone e Perugia dilapidando il vantaggio costruito per salire in Serie A.
  • Il Brescia è specialista dei layoff, li ha già affrontati 5 volte vincendoli nel 2009: due volte s’è fermato in semifinale, una in finale e l’anno scorso al preliminare. Il Monza è alla sua seconda partecipazione.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy