BRONCOS RACING TEAM: A VALLELUNGA ARRIVA UN QUARTO POSTO

54

Ottima la gara del sabato, meno quella domenicale. Il Broncos Racing puntava molto sul National Trophy 1000, serie in cui con Luca Salvadori e la Ducati Panigale V4 S era già stato ottenuto un podio nell’uscita di Misano. Le condizioni meteo mutevoli di Vallelunga hanno complicato le azioni di pista, nelle quali il numero 23 ha però gareggiato forte nella manche del sabato, avvicinando uno dei tre gradini disponibili, sfuggiti di poco.Episodi e sfortune hanno concluso anzitempo le sorti della corsa domenicale, dalla quale non è stato tratto punto in classifica, ora ricoperta al quinto posto generale. La prossima tappa del Mugello sarà importante e sede di riscatto 

 LUCA SALVADORI #23NATIONAL TROPHY 1000“Purtroppo non è andata come speravamo e come il nostro potenziale prometteva. Buono il quarto posto del sabato, benché avessi capacità e passo da podio e, forse, il gradino più alto. Sono partito bene, tenevo il ritmo dei migliori, poi ho perso efficacia nel finale. I punti accumulati si sono rivelati comunque preziosi, sebbene già pensassi al giorno dopo.Situazione difficile domenica: ero in testa alla corsa a seguito della seconda partenza, quando mi sono ritrovato in un tratto della pista bagnato, che mi ha tirato a terra senza preavviso. Aveva cominciato a piovere, stavo dando il massimo, evitando di alzare il braccio per fermare Gara Due. L’obiettivo era di finire in testa al gruppo, ci ho provato, è andata male.Il weekend si è trasformato da perfetto a mezzo disastro, tuttavia ci teniamo i punti del sabato, l’eccellente equilibrio trovato sulla moto e la certezza di poterci riscattare al Mugello. Arrivermo ulteriormente motivati e preparati”. 

LUCA CONFORTI, MANAGER E CAPOTECNICO: “Weekend davvero complcato e sfortunato, ma possono capitare. In Gara Uno siamo andati bene, Luca ha viaggiato forte, il podio era possibile. Peccato non averlo centrato, però abbiamo figurato da protagonisti.Il giorno dopo uno zero non preventivato. La scivolata rimediata da Salvadori è arrivata dopo la seconda partenza, in un momento davvero teso della competizione. Abbiamo raccolto meno di quanto seminato, perciò l’obiettivo del Mugello è lavorare ancor più duramente e sovvertire il trend di Campagnano”

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy