CHE BELLA QUESTA ATLANTIDE!

0

La Gruppo Consoli McDonald’s Centrale strappa due punti preziosi alla regina pugliese e infiamma un pubblico mai domo. Il gioco è convincente e c’è ancora margine di miglioramento, ma è una vittoria che dà morale e coraggio. Giannotti: “Un grande passo avanti per noi”.

La Gruppo Consoli McDonald’s Centrale del Latte, sostenuta dal primo all’ultimo punto dai suoi tifosi, centra il colpaccio: batte la capolista ma soprattutto dimostra, a se stessa per prima, che può fare grandi cose. Parte forte, sciupa qualcosa nel terzo set, dopo avere ricucito uno strappo pesante, ma si rianima nel quarto e chiude in suo favore un tie break meritatissimo. Cisolla – MVP per tutta la vita – e Tiberti, con la loro esperienza riescono a convincere i Tucani dei loro mezzi e a mettere in campo una prestazione concreta, di cuore e grinta, che serviranno parecchio in un campionato che offre ogni domenica risultati sorprendenti e si delinea come il più equilibrato degli ultimi anni.

GRUPPO CONSOLI McDONALD’S CENTRALE – BCC CASTELLANA GROTTE 3 – 2

(25-21; 21-25; 24-26; 25-22; 15-11)

Starting six

I Tucani sono in campo con Tiberti incrociato a Giannotti, Galliani e Cisolla in posto quattro, Esposito e Patriarca al centro; Franzoni è il libero.

Gulinelli schiera Izzo incrociato a Theo, Borgogno e Tiozzo a banda, Truocchio e Presta al centro, con Toscani libero.

Match in pillole

Partenza col piglio giusto per Brescia, che sul servizio di Giannotti stacca 5-2, grazie al muro ben posizionato e al gioco sulle mani avversarie. Tiberti inventa da fuori campo la palla spinta per Patriarca del 10-5; Castellana si avvicina con l’ace di Borgogno e con i bei muri di Truocchio e Theo (18-16). Il block di Esposito – 5 punti e 75% in attacco – su Tiozzo vale il 23-19; Giannotti si prende il set ball, ma serve il muro del centrale biancazzurro per chiudere il parziale (25-21).

Giannotti protagonista in avvio, assieme a Cisolla che mette il primo ace e trafigge il muro ospite (9-6). Patriarca passa, ma il punto al servizio di Capelli, entrato all’uopo, riporta la BCC ad un passo (14-13). Testa a testa nella seconda parte del set: due muri ospiti valgono il soprasso (17-19, poi Brescia non riesce a girare in suo favore un’azione concitata e si trova a inseguire (19-22), subendo più del dovuto in ricezione e consentendo agli ospiti di pareggiare i conti (21-25).

Castellana tira al servizio e stacca 1-6, ma Cisolla lancia il break di 5 punti che vale l’aggancio con una palla spinta e un monster block su Theo. BCC accusa la rimonta: Esposito non sbaglia un colpo (10-8) e Gallo prova a lanciare la fuga con un ace (15-11), ma subisce lo stesso trattamento da Santambrogio. Ciso in diagonale è un cecchino (18-15) e Giannotti trova sempre più confidenza con il lungolinea (20-16), poi il muro a tre pugliese escogita soluzioni e Theo dalla linea di fondo permette il recupero del gap, sfruttando una carambola che vale il contro-sorpasso 20-21. I Tucani non mollano, ma è BCC a chiudere ai vantaggi (24-26).

Patriarca stoppa Presta e Gallo va a punti dai nove metri (9-6); Giannotti pennella le righe per il +6. Castellana sbaglia qualcosa in attacco e Gallo ritrova smalto (19-14). Borgogno trova due diagonali e ridà smalto ai suoi (21-19), poi Franzoni si supera in ricezione e permette a Esposito di schiacciare il 23-20. Tiberti mura per il set ball e Patriarca porta i suoi al tie break (25-22).

Giannotti, smarcato da Tiberti, tira senza muro; Gallo stoppa il tocco di prima intenzione di Izzo per il break (6-4) e Cisolla segna il cambio campo con un vantaggio di tre punti, che si mantiene fino al 13-10. Un contrasto a rete contestato dà ragione a Tiberti: il primo match ball lo annulla Borgogno, il migliore dei suoi, poi Gallo picchia sulle mani out del muro avversario e decreta la fine delle ostilità (15-11).

Il commento

Stefano Giannotti: “Un grande passo avanti per noi e una vittoria che dà coraggio e che avrebbe persino potuto essere più tonda. Eravamo stufi di essere quelli del ‘Bravi, bella partita…peccato’. Le buone prestazioni non bastano in questo campionato per portare a casa i risultati. Ci vuole qualcosa di più: stasera abbiamo toccato tanto a muro e abbiamo potuto contrattaccare meglio, ma siamo ancora acerbi in termini di cinismo, soprattutto nei finali dei set”.

Alberto Cisolla, 21 punti, 2 muri e 2 ace, non è comunque appagato: “Una bella partita, sì, e sono contento del premio MVP, ma anche oggi abbiamo regalato un po’ troppo: possiamo e dobbiamo fare di più in difesa; ci sono margini di crescita che possono e devono essere conquistati da questo gruppo”

Coach Roberto Zambonardi: “Una vittoria di volontà e carattere che arriva grazie al lavoro importante che i miei atleti stanno facendo in palestra. Ci dà morale, essenziale per il prosieguo della stagione, che si conferma equilibratissima e preannuncia battaglia per la conquista di ogni punto. I due di stasera sono un meritato premio, per la squadra e i tifosi”.

ll tabellino

BRESCIA: Tiberti 3, Giannotti 17, Patriarca 14, Crosatti, Franzoni (L), Galliani 15, Neubert, Esposito 11, Cisolla 21, Seveglievich ne, Ventura ne, Scarpellini ne, Togni ne, Bettinzoli ne, All. Zambonardi e Iervolino.

Castellana: Izzo 6, Tiozzo 11, Presta 9, Theo Lopes 21, Borgogno 22, Truocchio 10, Toscani (L), Santambrogio 1, Capelli 2. Zanettin, Arienti, De Santis (L). All. Gulinelli e Barbone.

Note:

Ace Brescia 6, Castellana 5.                        
Battute sbagliate Brescia 14, Castellana 18
Muri Brescia 9, Castellana 13
Attacco Brescia 52%, Castellana 54%
Ricezione Brescia 55% (27% perfetta), Castellana 48% (15% perfetta)

Durata: 29’ 28’ 33’ 34’ 20’ . Totale: 2h24.

Arbitri: Davide Prati e Nicola Traversa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy