ENDURO: PAVONI ILLUMINA LA SCENA MA GLI ASSOLUTI PARLANO INGLESE

92

Il trionfo del britannico Steve Holcombe agli Assoluti d’Italia andati in scena nel fine settimana a Passirano passa in secondo piano di fronte alla vera vittoria del Motoclub R.S 77, capace di organizzare alla perfezzione ed in piena crisi pandemia una due giorni di gare di Enduro come monito di speranza per tutto il moviento sportivo nazionale.

In un momento tanto delicato ha sorpreso la partecipazione di un numero cospicuo di atleti, 369 i piloti iscritti alla gara, dei quali 30 stranieri provenienti da 15 nazioni diverse.


Pronto a rimontare in sella del tuo scooter? Guarda questo casco jet Kappa Urban open face, dotato di visiera ad alta protezione realizzato in materiale policarbonato. Un casco leggero (peso 1050 gr), economico ed Omologato CE.

Trionfo del britannico Steve Holcombe vero mattatore della domenica di gara lungo i 160 chilometri del percorso disegnato alla perfezione dal comitato organizzatore franciacortino.

“Sono davvero soddisfatto del successo ottenuto in questa prima tappa -ha affermato Holcombe-. Mi sono trovato a mio agio con le prove e con la moto. È sicuramente un ottimo inizio di stagione ma la strada da fare per il titolo è lunghissima. Complimenti a chi ha reso possibile correre in sicurezza, programmazione davvero impeccabile”.

Nel complesso le gare della domenica sono state centrate in 4 giri 40 da km ciascuno per un giro a “8” e controllo orario unico attraverso fettucciati o sentieri misti tra terra e sassi.

Inglese anche il secondo classificato, Brad Freeman. Terzo il neozelandese Hamish McDonald. Applausi a scena aperta per il bresciano Matteo Pavoni settimo al traguardo e primo degli italiani in gara. Per il pilota valsabbino, portacolori del Motoclub Lumezzane la soddisfazione del successo nella classifica Junior, dei primi 9 punti in campionato e del miglior tempo nella prova “Cross test 4”.


Appassionato di moto, bici o running? Questa è la maglia tecnica sportiva a maniche corte XTECH perfetta per te!

Dodicesimo Davide Guarneri. Il Campione Italiano classe 300 2t ha comunque vinto la speciale classifica della classe 125. Ventiseiesimo assoluto per il figlio d’arte Enrico Rinaldi, secondo nella classifica Junior e vincitore della 1° prova del trofeo Eleveit. Trionfo bresciano nella classifica a squadre: vittoria per il Moto Club Sebino e seconda posizione per il Moto Club Iseo a chiudere una bella domenica di sport.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy