F1: MONZA INCORONA GASLY, FERRARI A PICCO

88

In uno dei giorni più neri della Ferrari, fuori con entrambe le macchine nel Gran Premio di Monza, la scena la ruba Pierre Gasly. Il pilota dell’Alpha Tauri vince una gara rocambolesca con due partenze ed un Lewis Hamilton finito solo 7° per una penalizzazione.

Sul circuito brianzolo è andata in scena l’ennesima disastrosa performance delle rosse di Maranello: Sebastian Vettel fuori dopo pochi giri con fiamme dai dischi dei freni anteriori mentre Charles Leclerc è finito a oltre 200 km/h contro le barriere alla Parabolica per un errore di eccessiva foga.

Il trionfo è comunque italiano con l’Aplha Tauri (ex Toro Rosso e ancor prima Minardi) a conquistare con Gasly una storia vittoria. Podio inedito nel quale al secondo posto sale un Carlos Sainz con la prima delle McLaren arrabbiato per la mancata vittoria e un Lance Stroll con la Racing Point.

Male le Ferrari e Max Verstappen costretto al ritiro per un problema alla power unit della sua Red Bull. Male anche le Mercedes con Hamilton costretto a chiudere al 7° posto per un errore al muretto e il 5° anonimo Bottas. Domenica il GP del Mugello, il millesimo della Ferrari in F1.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy