GRAN PREMIO DI MONZA, DOVE REGNA LA PASSIONE

43

FESTA PER I 100 ANNI: SOLDOUT ALL’AUTODROMO, TIFOSI FERRARI A CACCIA DI UNA GIOIA

È iniziata la settimana che conduce al Gran Premio di Monza, sedicesimo appuntamento del calendario di Formula 1. Il più atteso dai tifosi italiani, specialmente di rosso vestiti. Monza festeggia i 100 anni, tanti ne sono trascorsi dal posizionamento della prima pietra. C’è chi aspetta in grazia questo weekend di anno in anno: date cerchiate in rosso sul calendario non appena vengono svelate. Quest’anno è stata corsa al biglietto. I tifosi del cavallino, ingolositi dalle ottime prestazioni e dalle vittorie di Charles Leclerc nei primi appuntamenti mondiali, hanno svaligiato i botteghini. Record di presenze e finalmente, dopo due anni difficili post Covid, nell’autodromo inserito nel meraviglioso parco della Villa Reale di Monza torna a palpitare la passione.

Monza trasuda di energia positiva fin quando arrivi a ridosso delle mura che danno sul circuito. L’adrenalina sale, il fuoco della passione arde in ognuno di noi. Ogni rumore lo associ ai bolidi che scatenano i cavalli motore sull’asfalto del “Tempio della velocità”. Con gli occhi e lo sguardo cerchi le sagome delle monoposto sfrecciare a tutta velocità. Il percorso che ti porta ad una tribuna o un punto dei tanti prati vicino alla pista lo vivi con il cuore in gola. E quando il rombo dei motori si associa ai colori fiammanti delle macchine è apoteosi!

Monza è la patria del tifo ferrarista. Quello stesso che ha sofferto anni bui e che inizialmente ha intravisto spiragli di luce grazie al talento arrivato da Montecarlo. Charles Leclerc come i grandi piloti che hanno vestito di rosso. Schumacher, Alesì, Lauda e chi azzarda paragoni ingombranti con Gilles Villeneuve. In coppia con lo spagnolo Carlos Sainz sognano di infiammare il pubblico di casa, di salire sul podio sospeso (unico nel suo genere) per vivere le emozioni del 2019.

Si sogna, si spera: il pubblico immagina una festa con la ciliegina (o fragola, lampone…l’importante che sia rossa!) della vittoria di una Ferrari. Ma Monza è soprattutto calore e spirito sportivo, è una festa di tre giorni a coinvolgere tutti. Grandi e piccini. Monza non è solo storia e leggenda, è l’incarnazione dell’essenza della Formula 1 dove i tifosi sono il cuore pulsante della manifestazione.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy