GRANDE EVENTO PER I 100 ANNI DEL GRAN PREMIO D’ITALIA

99

Un grande evento firmato ASI per i 100 anni del Gran Premio d’Italia. Ad un secolo dalla prima edizione disputata nel 1921 sul circuito di Brescia-Montichiari, ASI ha infatti organizzato un evento dedicato al centenario, che coincide con la tradizionale Rievocazione Storica del Circuito Internazionale Brescia-Montichiari organizzata dall’Historic Racing Club Fascia d’Oro.

L’evento si svolgerà dal 16 al 19 settembre 2021 sulle stesse strade che ripercorrono quell’antico tracciato, teatro del primo ‘Gran Premio d’Italia’ disputato il 4 settembre 1921, con le competizioni delle automobili ma anche lo spettacolare Gran Premio per gli aeroplani ed il Gran Premio delle Nazioni per le motociclette.

Per celebrare al meglio il centenario del primo Gran Premio d’Italia, ASI e HRC, con il patrocinio della FIVA, Federazione Internazionale Vehicules Anciens e con la collaborazione del Comune di Montichiari, hanno sviluppato un progetto grazie al quale auto, moto e aeroplani storici faranno rivivere le emozioni dei pionieri.

La manifestazione prevede la partecipazione di auto e moto sportive e da competizione costruite dalle origini fino al 1939 e di biplani e altri aerei storici che si esibiranno nei cieli di Brescia grazie al contributo dell’Historical Aircraft Group.


Appassionato di 1000 Miglia? Ecco argento la borraccia che fa per te! Con stampa 1000 Miglia, moschettone e chiusura a vite. Capacità 770ml.

In occasione del primo Gran Premio d’Italia del 1921, le più prestigiose case automobilistiche dell’epoca si diedero appuntamento a Brescia schierando i piloti più forti del momento: l’Isotta Fraschini con Alfieri Maserati, l’Alfa Romeo con Enzo Ferrari, la Fiat con Pietro Bordino, la OM con Ferdinando Minoia, la Mercedes con Giulio Masetti, per citarne alcuni.

A vincere, però, fu la francese Ballot, che si impose con due vetture al primo e al secondo posto, affidate a Jules Goux e Jean Chassagne: il vincitore del Gran Premio completò i 30 giri in 3 ore 35 minuti e 9 secondi a 144 km/h di media, coprendo oltre 500 chilometri. Sul terzo gradino del podio salì invece Louis Wagner con la Fiat.

Nell’istante in cui scattò il Gran Premio d’Italia per automobili, alle 8.00 del mattino del 4 settembre 1921, dal vicino aeroporto di Ghedi si alzarono in volo anche gli aeroplani per la propria competizione

Fonte Ansa

La locandina dell’evento celebrativo

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy