GRANDE VITTORIA DELL’ATLANTIDE: BISI TOP SCORER

20

La Gruppo Consoli McDonald’s Centrale si assicura un punto con due set impeccabili, poi subisce la rimonta di Porto Viro e arriva alla vittoria solo al tie-break, gestendo una partita complicata. Ottima prova al servizio e grande prestazione dei centrali: Patriarca fa 18 punti, ma è Bisi il top scorer, con 23 colpi vincenti.

Brescia parte con la mentalità giusta: trova ordine e ritmo dopo qualche errore da fondo campo e gestisce il break di vantaggio sempre con lucidità, incurante dei recuperi avversari, fino allo strappo finale che toglie certezze a Delta Group, annichilita nel secondo set dal servizio ospite. Nel terzo parziale, Porto Viro assesta battuta e muro e riesce a riaprire i giochi, nonostante un Bisi devastante. I Tucani calano in potenza e in sicurezza nel quarto, cedono al nervosismo e agevolano i padroni di casa con qualche errore gratuito di troppo. L’inerzia è tutta in favore dei veneti, ma il tie-break viene messo sui binari giusti da un avvio pazzesco di Cisolla, che segna il destino del match. Lo chiude Bisi, con il quarto ace personale. Prova corale molto buona, con Franzoni protagonista in ricezione e difesa e i centrali in bella evidenza. Ottimo l’apporto al servizio di Seveglievich, mentre Mazzone si conferma efficace in prima e in seconda linea. Prossima fermata: l’anticipo di sabato con Mondovì al San Filippo

DELTA GROUP –  CONSOLI McDONALD’S CENTRALE  2-3

(22-25; 10-25; 25-21; 25-19; 9-15)

Starting six

I Tucani schierano Tiberti incrociato a Bisi, Galliani e Cisolla in posto quattro, Esposito e Patriarca al centro; Franzoni è il libero.

Risponde Baldon con Fabroni incrociato a Bellei, Pol e Mariano in posto quattro, Barone e O’Dea al centro, con Lamprecht libero.

Match in pillole

Delta Group rinuncia a Vedovotto per Pol e difende bene gli attacchi al centro di Brescia, che, con un muro di Patriarca, due ace di Cisolla e un paio di lungolinea di Galliani, guadagna il break (9-12). Bellei è il più cercato da Fabroni e Mariano trova il pareggio a muro a 14, complici due incertezze ospiti in ricostruzione. Bisi confeziona il successivo +2, ma Mariano ricuce ancora. Seveglievich aiuta dai nove metri con un turno ficcante e Brescia arriva 21-23. Tiberti ridà vita ad una palla a rete che Galliani chiude con coraggio. Mazzone, entrato in battuta, mette in difficoltà la ricezione di Gasparini e consente a Cisolla di chiudere con una diagonale imprendibile (22-25).

Bisi centra un turno al servizio ottimo e trascina, costringendo Baldon a inserire il libero Penzo, colpito poi dall’ace di Cisolla, che ne piazza un secondo e vola 3-9. Patriarca stampa Mariano e poi mette giù il primo tempo del 4-11. Vedovotto rileva Pol, ma la squadra di casa vacilla in tutti i fondamentali: Esposito segna il block numero 300 su Bellei e Brescia dilaga, travolgendo l’avversario con il servizio e la pipe di Gallo (9-21). Nonostante gli inserimenti di Baldon che cerca soluzioni dalla panchina, Barone non passa in primo tempo e il set si chiude 10-25.

Vedovotto ridà smalto all’attacco e Zambonardi interrompe sul 9-7; Bisi aggancia e rilancia, con la complicità di un Franzoni ben reattivo. Bellei tiene in corsa i suoi e si viaggia in parità fino a 15. L’opposto biancazzurro è implacabile, così come i centrali, quando cercati da Tiberti, poi Mariano è efficace al servizio e trova il break che riporta sopra la Delta (18-17). Brescia riacciuffa e tiene sino a 20, subendo poi tre muri consecutivi e cedendo il parziale 25-21.

Porto Viro riparte con pressione e spinge i Tucani all’errore, conquistando il primo vantaggio (7-4). L’attacco di Brescia cala, sia per stanchezza che per nervosismo, mentre Mariano e Bellei passano in sicurezza. Zambonardi inserisce Mazzone per far rifiatare Bisi; Tiberti è insolitamente impreciso e Galliani ne paga il prezzo, con due errori degli otto complessivi del set (20-15). A Delta Group riesce tutto, mentre Brescia è fallosa e si ritrova al tie-break (25-19)

Cisolla protagonista in apertura con tre attacchi, oltre all’ace del 2-5. Bellei spara out la palla che porta le squadre al cambio campo e, sul turno dai nove metri di Tiberti, Galliani vola, con il muro di Patriarca su O’Dea a sancire il 4-10. Mazzone entra in battuta ed è vincente per il 5-12. Barone accorcia, ma il block di Esposito è una sentenza. Chiude Bisi, in serata di grazia, con il quarto ace della serata (9-15).

Il commento

Roberto Zambonardi: “Due punti preziosi, che era difficile ottenere contro una squadra che deve tentare il tutto per tutto. Dopo la vittoria al fotofinish del primo set giocando molto bene in difesa, abbiamo tenuto la pressione al servizio e surclassato Porto Viro, ma era scontato aspettarsi un suo ritorno. Con il cambio di rotazione e la carta Vedovotto, oltre ad un Bellei in gran forma, loro han rimesso pepe al match. È una vittoria che abbiamo voluto con determinazione, continuando a credere nelle nostre possibilità. È una boccata di ossigeno utile per affrontare i prossimi impegni casalinghi con ancor più vigore”.

ll tabellino

BRESCIA: Mazzone 4, Tiberti 2, Patriarca 18, Bisi 23, Crosatti ne, Franzoni (L), Galliani 14, Neubert, Esposito 11, Cisolla 16, Seveglievich. Ventura ne, Orazi ne. All. Zambonardi e Iervolino.

PORTO VIRO: Fabroni 2, Vedovotto 8, Pol 2, Barone 13, Mariano 13, Bellei 21, O’Dea 9, Marzolla, Zorzi, Lamprecht (L). Gasparini, Penzo, Romagnoli, Tiozzo. Coach: Nicola Baldon

Note

Ace/ Battute sbagliate Brescia 11/15 Porto Viro 3/9
Muri Brescia 11, Porto Viro 12
Attacco Brescia 55%, Porto Viro 46%
Ricezione Brescia 64% (29% perfetta), Porto Viro 53% (19% perfetta)

Durata: 26’ 18’ 25’ 23’ 15’. Totale: 1h47.Arbitri: Marco Turtù e Michele Marotta. Addetto Videocheck: Corrado Fascina.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy