IL BRESCIA DICE ADDIO AI SOGNI DI GLORIA: FERMATO DAL FANALINO PORDENONE

184

Il Brescia dice addio ai sogni di gloria! Se la matematica tiene aperta la porta ad un possibile clamoroso recupero in chiave promozione diretta, la prestazione contro il fanalino di coda Pordenone sembra chiuderli definitivamente. Brutta prestazione della Leonessa, 1-1 il finale e tanti interrogativi sulla prestazione e la gestione di Filippo Inzaghi.

A Lignano Sabbiadoro Inzaghi lancia il 3-4-3 con il tridente Tramoni-Moreo-Ayè confermando la difesa a tre. L’assenza di Leris è rimpiazzata da Sabelli a tutta fascia a destra mentre a sinistra spazio per Pajac. Tutto confermato nel Pordenone, fanalino di coda con un piede e mezzo in Serie C.

Al 14′ Brescia in vantaggio grazie ad un grandissimo gol di Ayè. Nell’occasione bravissimo il francese a farsi trovare pronto alla deviazione sottoporta su assist di un ottimo Bisoli. Poco dopo colpo di testa di Cistana da azione d’angolo con la sfera a sfiorare l’incrocio dei pali.

Come spesso accaduto il Brescia aveva il demerito di non chiudere la partita pur avendo qualche buona occasione per farlo. Poca cattiveria agonistica negli ultimi 20 metri portavano il Pordenone a crederci. E così al 41′ arrivava il pareggio del Pordenone. Pajac sbagliava la chisura sul lancio lungo e Cambiaghi freddava Jorone, non pefetto nella parata

E sul finale di primo tempo Joronen neutralizzava un calcio di rigore calciato da Lovisa. Penalty decretato per fallo di Tramoni pizzicato dal VAR. Si andava così al riposo sull’1-1.

Nella ripresa il Brescia faticava, e molto, a fare gioco. Pordenone a giocare sull’aggressività mettendo in seria difficoltà la squadra di Inzaghi. Poche occasioni create, tanta confusione. Inzaghi provava a gettare nella mischia Bianchi, Proia e Jagiello. E ancora Bajic e Karacic. L’unico acuto della seconda parte di gara è stato il palo di Tramoni. Vero che il gol avrebbe cambiato notevolmente le carte in tavola, come giusto che sia, ma la prestazione e l’atteggiamento sono stati assolutamente negativi.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy