LA BRESCIANA MARTA ROSSETTI INCANTA IL MONDO DELLO SCI

455

Nel firmamento delle stelle bresciane ce nè una che brilla di luce propria. Bella, giovane, elegante nei modi come nello sciare ma soprattutto brava. Lei è Marta Rossetti, slalomista della Nazionale Italiana di Sci Alpino. Giovanissima, classe ’99, Marta ha spiccato il volo da Salò fino alla coppa del Mondo di sci.

Dalle sponde del Lago di Garda alla neve….

“Tutto nasce dai miei genitori. Da bambina mi portavano a Madonna di Campiglio. Il primo corso a 3 anni. Con mia sorella mi sono iscritta allo sci club e da lì è iniziata la mia avventura in questo sport meraviglioso”.

Eppure potevi diventare una grande atleta dell’atletica leggera…

“È vero, ero portata per alcune discipline dell’atletica leggera. Però riuscivo a praticare solo d’estate tra scuola e sci. Al momento della scelta ho preferito lo sci….e credo che è stata una scelta vincente”.

La tua carriera da sciatrice inizia nel 2015…

“Esattamente. In quell’anno ho fatto il salto nella categoria giovani. Da lì sono passata nel gruppo sportivo delle Fiamme Oro. Pian piano sono passata dalla squadra C a quella A di Coppa del Mondo”.

5 gennaio 2019…cosa ricorda questa data?

“La mia prima gara in Coppa del Mondo, ero a Zagabria. Ero partita anche bene ma mi sono persa sul finale”.

Cosa ha significato per te gareggiare in Coppa del Mondo?

“Non mi sarei mai aspettata di gareggiare in Coppa del Mondo a 19 anni. Ero entusiasta, con me la mia famiglia. E’ stato un sogno soprattutto poichè venivo da Salò. Ora ci vuole un nuovo step per progredire e migliorare”.

Che momento è per lo sport italiano e mondiale?

“È un momento particolare quello nel quale si vive e si gareggia. Nello sci cambia poco se non che al traguardo non c’è l’urlo della gente…e per me i miee genitori che mi sostengono. Ma siamo fortunati a poter sciare e gareggiare visto il periodo”.

Quali sono i tuoi impegni a breve termine?

“Avrò due settimane impegnative in Coppa del Mondo con due gare davvero impegnative a cavallo dell’ultimo dell’anno tra Austria e Italia”.

Al passo con i tempi sei molto social. Che rapporto hai con i social media?

“Mi piace postare soprattutto fotografie che mi ritraggono intenta ad allenarmi. Cerco sempre di stare attenta per non lanciare messaggi sbagliari. Tengo molto alla mia persona anche perchè i social devono essere usati nel modo migliore”.

Di Fabio Pettenò

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy