MARROCCU CI RICASCA: VERONA COME BRESCIA

381

IL DIRIGENTE SARDO NEL MIRINO DEI TIFOSI GIALLOBLU’ DOPO L’ESONERO DI CIOFFI E L’IDEA DIEGO LOPEZ

Per molti un film già visto. Stesso interprete nel ruolo di attore principale ma comparse e palcoscenico diverso. Francesco Marroccu ci è ricascato. L’ex direttore sportivo, attualmente in forza all’Hellas Verona, ha nuovamente fatto parlare di sè dopo la scelta di esonerare il proprio allenatore. Non ci sarebbe nulla di male e di strano nel calcio vedere un tecnico esonerato dopo quattro o cinque risultati negativi se non fosse che la scelta iniziale era ricaduta su Diego Lopez. Sì, proprio lui, proprio il tecnico uruguayano. Lo stesso chiamato poi esonerato al Brescia, quello che decide si tirarsi indietro dopo la cacciata di Pippo Inzaghi lo scorso anno sempre a Brescia, colui che è stato esonerato anche all’Universidad de Cile. Ma come accaduto a Brescia anche a Verona l’arrivo dell’ex giocatore del Cagliari è sfumato creando un polverone!

Un rapporto quello tra Marroccu e Diego Lopez davvero particolare, nato e consolidato ai tempi del Cagliari. Da allora i due si sono spesso incontrati e rincorsi, hanno lavorato insieme ma non sono mai riusciti ad otterene i risultati sperti. Così avrebbero voluto fare a Verona se non fosse stato per l’insorgere della squadra e del patron Setti ad aver optato per la soluzione interna Salatore Bocchetti.

Una situazione caotica a mettere non certo in condizioni ottimali la figura di Francesco Marroccu conosciuto e stimato fino a poco tempo fa a Brescia come il direttore della promozione in Serie A con Eugenio Corini in panchina. Una reputazione macchiata dall’ultima incredibile vicenda: il suo ritorno in pompa magna alla corte di Cellino dopo l’esperienza al Genoa e l’addio prima ancora della fine dei playoff dello scorso anno (news non smentita prima del match di ritorno contro il Monza) con destinazione Hellas Verona. Ed ora la sua posizione sembra essere traballante anche all’ombra del balcone di Giulietta….

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy