MONZA, SUPERCUP: QUARESMINI VUOLE FINIRE BENE LA STAGIONE

14

IL PILOTA BRESCIANO: “ANNO DIFFICILE MA A MONZA C’E’ LA SPINTA SPECIALE DEI TIFOSI”

“Finalmente la gara di casa”. Con queste parole Gianmarco Quaresmini benedice l’arrivo del weekend di Monza, ultimo atto della Porsche Super Cup. Il mondiale dedicato alle vetture di Stoccarda fa tappa nel tempio della velocità e per “Jimmy” sarà l’occasione per correre davanti ai propri tifosi. “Monza è sempre una gara speciale: qui corriamo davanti ai nostri sostenitori. L’atmosfera è sempre incredibile, gli appassionati vivono con grande enfasi tutte le gare del weekend”. Reduce da un fine settimana in rimonta a Zandvoort in Olanda, Quaresmini guarda all’appuntamento sul tracciato brianzolo con rinnovata fiducia. “Nell’ultima gara siamo stati abbastanza sfortunati con le interruzioni e le numerose safety car. Nel complesso sono stato veloce e costante”.

Una prova, quella in terra olandese, contraddistinta da un errore durante le qualifiche: “Essendo uscito di pista sulla ghiaia, per regolamento, dovevo rientrare ai box ma ho proseguito venendo punito con cinque posizioni sulla griglia. Ero concentrato sul tempo e mi sono scordato perdendo cinque posti in griglia di partenza”. Nonostante l’errore il driver bresciano non si è perso d’animo iniziando una grande rimonta. Partito nelle retrovie in pochi giri Quaresmini operava ben otto sorpassi raggiungendo la 15° posizione. “Un risultato che non mi soddisfa appieno ma rispetto a qualche gara fa la macchina è nettamente migliorata -ha ammesso il portacolori del team Ombra-. Ora arriva Monza, un circuito sul quale abbiamo fatto nelle scorse settimane dei test con ottimi riscontri cronometrici: ho fiducia nel terminare bene la stagione”.

Un campionato di sofferenza per Quaresmini, al di sotto delle aspettative personali. “Sono un po’ deluso per come è andata la stagione in Supercup. Voglio chiudere al meglio il mondiale perchè purtroppo abbiamo avuto numerosi problemi che non ci hanno permesso di essere dove avremmo meritato di stare”.

Fonte: Bresciaoggi

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy