GP MONZA, CAFFI: “NEL 1987 CORONAI IL SOGNO DELLA MIA VITA”

18

L’EX PILOTA DI FORMULA 1 ESORDI’ IN BRIANZA AL VOLANTE DI UNA OSELLA. SULLA GARA: “TUTTO PUO’ SUCCEDERE”

Il tempio della velocità compie 100 anni. Sul leggendario e centenario tracciato brianzolo ha corso numerose volte ed in categorie diverse il bresciano Alex Caffi. Il pilota, ora manager affermato nel mondo del motorsport, ricorsa così il suo esordio nel 1987 al volante di una Osella e il calore dei tifosi.

“Monza ha sempre un gusto particolare per i piloti italiani ma soprattutto lombardi -ha raccontato l’ex pilota di F1 Alex Caffi-. Correre nel tempio della velocità è sempre stato emozionante. Per me era la tappa più sentita in ogni categoria in cui ho gareggiato. Tanti tifosi, anche della Ferrari, mi hanno sempre sostenuto. L’affetto della gente, degli appassionati è unico”. In Brianza, l’allora giovanissimo e promettente pilota bresciano, esordì in Formula 1. Era il 1986. “A Monza coronai il sogno della mia vita: corsi nell’elite del motorsport con una Osella. Ancora oggi il ricordo di emoziona”. Sulla gara in programma domenica davanti ai tifosi italiani difficile fare pronostici. “Monza è una pista in grado di stravolgere molti pronostici essendo un tracciato velocissimo -spiega Alex Caffi-. Da inizio anno si sono capovolte le gerarchie, vedi una Ferrari in difficoltà. Mi auguro che le rosse riescano a metterci qualcosa in più. Ma Verstappen e la Red Bull hanno qualcosa in più, in tutto”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetta Leggi altro

Privacy & Cookies Policy